Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Il comitato «Opzione zero» fa sul serio, ieri mattina al casello di Mirano-Dolo è scattato il volantinaggio contro l’applicazione delle nuove tariffe autostradali prevista dal prossimo giugno. Gli attivisti del comitato mirese si sono riuniti alle 8.30 alla rotonda di Vetrego distribuendo i volantini in mezzo ad un traffico congestionato come ogni mattina all’ora di punta.
Anche ieri si sono dunque verificati ingorghi e disagi, ma molti pendolari quando ritirano il volantino e leggono il senso della protesta annuiscono con un cenno di approvazione. «Opzione zero» si oppone fermamente all’aumento tariffario della Mirano-Padova, che secondo i piani della società autostradale dal 1. giugno dovrebbe passare dagli attuali 80 cent a 2.70 euro, con sconto di 1.20 euro per i pendolari di Mirano, Spinea, Mira, Dolo e Pianiga.
Con queste motivazioni il comitato presieduto da Mattia Donadel annuncia un presidio sotto la sede di Cav in via Bottenigo a Marghera, vicino alla barriera di Villabona, per sabato 18 maggio alle 9.30: l’obiettivo è quello di radunare almeno un centinaio di manifestanti per riuscire ad influenzare una decisione che però pare già definita. «Cav è allo sbando, i debiti incombono e a loro non resta che aumentare le tariffe per farle diventare le più alte d’Italia» si legge nel volantino di protesta distribuito dal comitato.
Il passaparola corre pure sul web, con il sito internet di Opzione zero e la relativa pagina Facebook che da ieri diffondono a spron battuto la data del sit-in. Probabilmente nei prossimi giorni ci saranno nuovi volantinaggi. Per ora da Cav tutto tace, i pendolari seguono la situazione con attenzione e restano in attesa di notizie ufficiali, che potrebbero arrivare nel giro di qualche settimana.

Gabriele Pipia

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui