Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Area tra via Sile e via Lovara: c’è l’ok della Regione alla variante urbanistica e l’area diventerà industriale. Dopo l’approvazione in Consiglio a Castelfranco, arriva infatti il sì della Regione e ora manca solo l’ok della Provincia. Al centro di feroci polemiche, per la prospettiva che ci venisse insediato uno stabilimento per la trasformazione della carta, l’area è pronta alla conversione. La variante punta trasformerà l’area da zona mista, quindi produttiva e direzionale e di servizi, a industriale. Il cambiamento, deciso in Comune a ottobre 2012, andava incontro alle richieste della ditta “interessata alla cartiera”. Alla fine, però, l’asta indetta dal Comune per vendere il terreno (120mila metri quadrati) era andata deserta. Si trattava di una base d’asta superiore ai 5 milioni di euro: buona parte dei quali dovevano essere versati sull’unghia dall’acquirente, con l’accordo di versare il restante a variante urbanistica ultimata. I timori che qualche ricorso potesse bloccare la variante, aveva convinto al dietrofront gli investitori. Un rischio che non dovrebbe più ripresentarsi. Per il parere della Provincia dovrebbero bastare poche settimane. Poi l’asta sarà ripetuta. Ma il Comitato “No ecomostro” è già pronto a dare nuovamente battaglia.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui