Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Il rispetto per il suolo proposto dal presidente Luca Zaia piace anche a Confcommercio Veneto che rilancia attraverso il presidente la proposta del governatore.

«Ben venga il modello svizzero – dichiara il presidente regionale Massimo Zanon – Da Veneto City ai troppi capannoni che costellano il nostro territorio, dai nuovi insediamenti ai progetti su Asolo, ci siamo sempre battuti perché consapevoli che la cementificazione in atto da decenni ormai ci stava portando alla deriva».

«Quel che è successo anche con le ultime piogge porta a galla una drammatica realtà: il nostro territorio è saturo, non è più il caso di correre ai ripari lavorando in emergenza: bisogna prevenire e la prevenzione parte dalla salvaguardia del paesaggio»,

aggiunge Zanon, che continua:

«Non vorremmo sembrare antipatici o sapienti, ma se si continuano a lasciare le singole amministrazioni comunali libere di decidere cosa sviluppare, pur nel rispetto della legge, sia le nostre aspettative che quelle del presidente Zaia rimarranno solo buone intenzioni. L’Urbanistica deve sedersi attorno a un tavolo regionale dando regolamenti rigidi e inequivocabili che non siano al servizio di chi insegue solo il business o le necessità di cassa».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui