Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – No a Veneto City e casello di Albarea

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

21

mag

2013

LA PAROLA AL CANDIDATO / MASSIMO NACCHI

L’esponente del M5S di Pianiga: «Basta cementificazione»

PIANIGA – Il risultato a febbraio del Movimento 5 Stelle lo proietta nel ruolo di possibile sorpresa alle comunali. Il candidato sindaco Massimo Nacchi presenta il programma.

Cosa prevede sul versante della tassazione locale?
«Visto il perdurare della crisi economica e la carenza di lavoro prevediamo la revisione di tariffe, tributi e rette comunali (scuole, trasporti, mensa) in base a principi di equità, e non solo in funzione del reddito, per famiglie numerose, famiglie monoreddito, nuclei con presenza di soggetti deboli (malati, anziani non autosufficienti, diversamente abili). Per le nuove attività imprenditoriali intraprese da giovani e donne prevediamo la rateizzazione delle imposte comunali e la previsione di spazi pubblicitari esenti da tassazione».

I vostri avversari a Roma sono alleati e a Pianiga rivali. Pensate a possibili alleanze?
«Evidentemente questo non è un problema del Movimento 5 stelle. Ribadiamo la nostra totale indipendenza che sarà un grande vantaggio per i cittadini di Pianiga perché la nostra giunta sarà libera da ogni condizionamento superiore. Ad esempio potremo contrastare liberamente scelte come Veneto City, il casello di Albarea o la scomparsa del casello a Roncoduro e potremo imporre scelte nell’esclusivo interesse dei pianighesi. Le altre liste ‘civiche’ dovranno rispondere a condizionamenti di Pdl e Lega Nord da una parte, Pd dall’altra».

In caso di vittoria sarete disponibili ad un confronto sulle proposte di quella che sarà l’opposizione? E in che termini?
«Anche su questo fronte la posizione del M5S è molto chiara: fare sempre ed esclusivamente gli interessi dei cittadini. Questo significa che durante la nostra amministrazione qualora pervenissero da parte delle opposizioni proposte in linea con i nostri principi e buone idee per il bene comune non avremo alcun problema a farle nostre e favorirne l’approvazione».

Come prevede la pianificazione territoriale del suo comune?
«Sullo sviluppo del territorio abbiamo le idee molto chiare. Dopo anni di cementificazione indiscriminata, lottizzazioni che sembrano periferie di città, piani futuri approvati dall’attuale amministrazione per ulteriori 90.000 mc edificabili (300 appartamenti), vogliamo cambiare decisamente rotta. Veri spazi verdi molto ampi e fruibili. Recupero di volumi esistenti, edilizia biocompatibile. Salvaguardia delle aree agricole. Avvio delle opere di sistemazione idraulica per evitare gli allagamenti. Nuova scuola per Mellaredo e Rivale. Nuova pista ciclabile di collegamento tra Cazzago e la stazione di Ballò. Soluzione dei problemi di parcheggio sulla Noalese a Mellaredo. A Pianiga riqualificare e abbellire piazza mercato. Insomma un paese dove donne e uomini si sentano a ‘casa loro’».

Lino Perini

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui