Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

CAMPONOGARA. Nasce un percorso cicloturistico di oltre 100 chilometri che tocca sette Comuni della Riviera. L’iniziativa si è concretizzata grazie alla collaborazione fra la classe del Master in Economia e gestione del turismo dell’Università Ca’ Foscari e sette Comuni dell’area: Camponogara, Fossò, Mira, Stra, Campolongo, Campagna Lupia e Vigonovo. Il progetto sarà presentato giovedì alle 20.30 nella sala consiliare di Camponogara con gli studenti del Master che illustreranno l’itinerario, le sue attrattive, gli strumenti per renderlo fruibile, la divulgazione del progetto sul web e gli interventi per la messa in sicurezza rilevati dagli stessi studenti dopo alcuni sopralluoghi. «Realizzare questo progetto rappresenta un’ottima opportunità per applicare le nozioni di destination management e valorizzazione del territorio», spiegano gli studenti del master, «perché un intervento di questo tipo si occupa di turismo a 360 gradi concepito come sistema complesso. Si coinvolgono strutture ricettive, ristoranti, bellezze paesaggistiche, risorse artistiche e amministrazioni locali». Alcuni fra i Comuni coinvolti infatti coltivavano l’idea di realizzare un itinerario cicloturistico. «Ci siamo impegnati su questo fronte per unire le piccole offerte del territorio», spiega Diego Fogarin, consigliere comunale di Camponogara. E il sindaco di Mira, Alvise Maniero: «Speriamo di porre le basi per strappare un po’ di città al traffico quotidiano».

(g.pir.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui