Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Vedelago. La prima richiesta: archiviare Barcon

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

29

mag

2013

dopo il voto vedelago

Cristina Andretta ha scritto al governatore Zaia chiedendogli di cancellare gli accordi presi sulla riqualificazione dell’area

Cristina Andretta è già al lavoro. E, sulla nuova Giunta, ha già preso le sue due prime decisioni, ad iniziare dalla nomina a vicesindaco di Marco Perin, per lui una conferma: «Il sindaco in pectore era lui -è l’esordio del neo primo cittadino- Credo gli sia dovuto per quello che ha fatto e per aver accettato la decisione al momento di fare l’accordo con le cinque liste che mi hanno sostenuto». Perin, 37 anni, è sui banchi del consiglio comunale dal 1999; 412 preferenze nel 2009, quest’anno ha fatto meglio: ben 511 cittadini hanno scritto il suo nome nella scheda elettorale, il più votato di Vedelago. Sicuramente la persona che ha trascinato al successo la Andretta. «Ma è un successo della squadra -precisa l’interessato- e sono soddisfatto di quanto fatto, un grande lavoro da parte di tutti». Entro venti giorni il nuovo organo amministrativo si dovrà insediare e già le ipotesi sui nomi sono l’argomento del giorno. Cristina Andretta dovrà accontentare tutti, nel senso che in giunta le cinque liste giocoforza dovranno essere tutte rappresentate, o saranno scelte dettate dalla capacità di chi vi farà parte? Le prime due caselle già ci sono: sindaco e vice. Rimangono altre quattro da sistemare. Pensiamo di non sbagliare se una la assegniamo a Stefano Beltrame (Primavera Civica): impiegato nel mondo del katering, è stato uno dei punti cardine della vittoria della Andretta. Altre due caselle dovrebbero essere occupate dall’architetto Giorgio Sparisi (Scegli Vedelago) e da Daniele Soligo (Indipendenza Veneta). Se così fosse, rimarrebbero senza assessori Insieme per Cambiare e Adesso si Cambia. Senza trascurare l’ipotesi dell’assessorato a un esterno che potrebbe toccare a Fiorenza Morao. Cavasagra e Fossalunga non sarebbero così rappresentate in giunta.

Altro atto della neo sindaco: ieri mattina ha provveduto a inviare una lettera al Governatore Zaia, al vice presidente della giunta regionale Marino Zorzato e alla Direzione urbanistica del Veneto, con la richiesta di archiviare il progetto di riqualificazione territoriale dell’area pedemontana tra Montebelluna e Castelfranco, in pratica la cancellazione definitiva da Barcon del progetto Agricò-Rotocart.

Giorgio Volpato

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui