Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

lettera del segretario di saonara al governatore del veneto

SAONARA. Ha i toni accorati di una preghiera, quasi una supplica, la lettera che il segretario della sezione saonarese della Lega Nord, Ettore Ruzza, ha indirizzato al governatore del Veneto Luca Zaia. Ruzza chiede a Zaia di intervenire presso Terna per sollecitare l’interramento della linea elettrica Dolo-Camin che passerà, come ben noto, lungo gli argini dell’Idrovia; i cantieri per la posa dei primi tralicci hanno già preso l’avvìo da qualche settimana. Nella lettera Ruzza interpreta la decisione di realizzare un elettrodotto aereo, nonostante le proteste della popolazione, come un attacco alla cultura e all’identità venete. «La difesa della nostra identità culturale poggia sulla difesa del paesaggio», scrive Ruzza. «Non è difficile vedere che ci sono due volontà convergenti: nella prima imporre la soluzione alle popolazioni dominate, nella seconda distruggerne la cultura. Noi, Lega Nord, abbiamo l’ambizione di prenderci le cose che ci spettano per il bene del nostro territorio. E questa dell’interramento dell’elettrodotto per salvaguardare oltre che la salute l’integrità del nostro paesaggio è una di queste». «Sinora Luca Zaia non ci ha fatto pervenire alcuna risposta», aggiunge il segretario. «Stiamo aspettando anche il pronunciamento definitivo del Consiglio di Stato. Se risulterà a noi sfavorevole, ci prepariamo ad altre azioni di protesta».

Patrizia Rossetti

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui