Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

FUORI SUBITO DALLA LAGUNA LE GRANDI NAVI

SONO DEL TUTTO INCOMPATIBILI CON LA  CITTA’ E CON IL TERRITORIO

     E’passato più di un anno dalla presentazione a tutte le istituzioni ed enti locali della petizioni popolare sottoscritta da 12.600 persone intitolata “Fuori dalla laguna le navi incompatibili”

E’ passato più di un anno dalla tragedia del Giglio, che ha indotto gli allora ministri Clini e Passera a emanare un decreto che, per Venezia, vieta il passaggio delle navi di stazza lorda superiore alle 40 mila tonnellate in Canale della Giudecca e in Bacino di San Marco, ma da allora non si è mossa foglia in attesa di non specificate alternative.

E’ passato più di un anno da quando il Consiglio Comunale ha adottato nel Piano di Assetto del Territorio un emendamento proposto dal Comitato che dispone l’estromissione dalla laguna delle navi che studi autorevoli e indipendenti dichiareranno incompatibili col recupero morfologico della laguna stessa ma da allora non si è mossa foglia e nessuno degli studi citati è stato non diciamo concluso ma neppure avviato.

Insomma, tutte le amministrazioni, nessuna esclusa, sono inadempienti.

Governo, Magistrato alle Acque, Capitaneria di Porto, Comune, ciascuno per le proprie competenze poteva prendere provvedimenti a tutela della sicurezza della città, della salute dei cittadini, del recupero ambientale della laguna, ma non è stato fatto nulla e oggi la disgrazia di Genova dimostra che tutte le preoccupazioni che hanno portato tanti cittadini veneziani a manifestare contro le grandi navi sono purtroppo fondate, reali, presenti ogni giorno.

La sicurezza assoluta è un mito, nelle attività umane l’incidente è sempre dietro l’angolo, e solo un cieco, solo un sordo che non vuol sentire può ostinarsi ad affermare che il passaggio delle grandi navi in Bacino di San Marco e in Laguna avviene con la totale assenza di rischi.

E’ passato più di un anno e non vogliamo più accettare, subire  e giustificare la passiva accettazione del rischio, dell’inquinamento, della devastazione ambientale della laguna alla quale si sono conformate tutte le autorità, nazionali e locali!

ORA BASTA! Hanno avuto più di un anno per prendere provvedimenti che non sono arrivati e dunque è giunto il momento di rovesciare la loro logica: le navi incompatibili stiano fuori da subito e poi si cerchino le fantomatiche alternative.

ORA BASTA!  il Governo deve intervenire subito e disporre il bando immediato dalla laguna delle grandi navi incompatibili.

 

Invitiamo tutti a partecipare il 7 – 8 e 9 giugno alle giornate di lotta e mobilitazione internazionale contro le grandi navi e le grandi opere;

  • che vengono imposte da poteri estranei alle città ed ai territori;
  • che mettono in pericolo e devastano l’ambiente e la salute dei cittadini,
  • che rispondendo solo alle logiche di speculazione e di profitto per i pochi che le costruiscono o le gestiscono.

 Il momento è arrivato per una grande mobilitazione dei cittadini,

contro le grandi opere e per un modello di sviluppo diverso e partecipato,

per una nuova stagione di democrazia a difesa dei beni comuni.

 Il 7 – 8 e 9 giugno tutti a Venezia contro le grandi opere e contro le grandi navi !!!!

 

FACEBOOK: COMITATONOGRANDINAVI

7- 8 – 9 GIUGNO 2013  a VENEZIA

TRE GIORNATE DI MOBILITAZIONE PER DIRE:

NO alle GRANDI NAVI

NO alle GRANDI OPERE

VENERDI’ 7 GIUGNO e SABATO 8 GIUGNO

presso i campi sportivi di SACCA FISOLA

(Da Piazzale Roma e dalla Stazione Santa Lucia: battello linea 4.1 o linea 2 direzione San Marco, fermata “Sacca Fisola”)

possibilità di campeggiare in area attrezzata, vasta area al coperto che ospiterà stand informativi dei comitati in lotta –   dibattiti, incontri, presentazioni , concerti, spettacoli teatrali

Il campo-base, le iniziative e gli incontri si concentreranno in un impianto polisportivo di Sacca Fisola datoci in concessione per l’evento,  secondo uno spirito informale e famigliare. Lo spazio sarà strutturato in una zona camping (docce e bagni), una zona ristoro (mensa della polisportiva a prezzi modici e “rinfreschi” gratuiti), una zona espositiva dove ogni comitato potrà allestire un proprio punto informativo, una zona relax dove si esibiranno gruppi musicali, teatrali e giocolieri per tutta la giornata. Infine, diverse postazioni verranno allestite per accogliere dibattiti/presentazioni di libri e comitati. Dopo le attività previste, le giornate del 7-8 Giugno si concluderanno con un’assemblea plenaria di convergenza dove, oltre ad esporre i motivi che ci hanno fatto incontrare, verrà lanciata la giornata di lotta del 9 Giugno

 

Venerdì 7 giugno:

(mattina montaggio primi stand, accoglienza)

Alle ore 18.00 presentazione del libro “Il gondoliere cinese”, di Lucio Angelini 

Alle ore 19.00: aperitivo musicale con SOUL RIOT (HipHop) DJ Set;

ALLE ORE  21.00: BIG MIKE (HipHop) + ALMOST INSIDE (r’n’r) LIVE

 

Sabato 8 giugno: 

alle ore 10 presentazione  studio “ Costi e benefici del crocierismo a Venezia” di Luigi Tattara

alle ore 11 incontro dei movimenti, comitati e associazioni del Veneto e del Nordest: “Fermare le grandi opere: un sistema politico-affaristico che distrugge ambiente e salute, producendo solo debito pubblico e corruzione”

dalle ore 15: Art(h)emigra Satellite presenta: I.C.P. – Il Corpo Pesante in “Il Cane che Guarda”, studio scenico liberamente ispirato a un racconto di Davide Enia + Laboratorio Creativo per grandi e piccini (dai 5 anni in su) condotto da Carla Marazzato e Francesco Grigoletto

dalle ore 17 assemblea internazionale aperta: “Grandi navi, grandi opere, grandi affari: le nostre lotte per i beni comuni”

alle ore  20.30: Adriano IURISSEVICH (Indie-pop) + Ilaria GRAZIANO e Francesco FORNI (folk);

 

Domenica 9 giugno:

Una grande giornata di mobilitazione che avrà come primo obbiettivo quello di assediare il Porto di Venezia, cuore rappresentativo del potere speculativo e affaristico veneziano.

Sarà un’altra occasione per ribadire un concetto semplicissimo: FUORI LE NAVI DALLA LAGUNA

Assediamoli al grido di un antico slogan veneziano: “Par Tera e Par Mar”.

alle ore 10 Piazzale Roma: Corteo  Non prendere quella nave! Don’t take that ship! Corteo verso il Porto di Venezia
alle ore 16 tutti in barca  nel canale della Giudecca.: Via le navi dalla Laguna
(riprendiamoci le nostre acque) – Appuntamento per tutti, a piedi ed in barca a SAN BASILIO

alle ore  20.00 a Sacca Fisola : ADRENALINK CREW (rocksteady) DJ SET;

alle ore  21.00 : THE ATOM TANKS (ska) + ENSEMBLE DE LA.B.C.(“laguna bene comune” – afrobeat) – Ilenya de Vito, Moulaye Niang, Alvise Seggi, Stefano Ottogalli, Mafal Diaw + Guests … LIVE

Nell’ordine, hanno finora aderito alla Manifestazione del 7-8-9 Giugno:

Promuove: Comitato NOGrandiNavi -Laguna Bene Comune.

Aderiscono:

COMITATI TERRITORIALI:

Presidio permanente No dal Molin (VI), Comitato Acqua Bene Comune Venezia, Comitato Lasciateci Respirare Este e Monselice, Assemblea Permanente contro il rischio chimico Marghera, Comitato Opzione Zero Riviera del Brenta, Rete Commons – Rete dei Comitati per i Beni Comuni di Napoli e Provincia, Comitato NO TEM (Milano), Comitato Mamme NO TAV di Marco (Rovereto), Comitato Nessun Dorma (Civitavecchia), Comitato Acqua Bene Comune Belluno, Comitato 2 SI Acqua Bene Comune Padova, Presidio permanente NO MUOS (Niscemi, Sicilia), Comitato NO TAV Portogruaro, Comitato Acqua bene comune Polesine, Coordinamento delle Associazioni Ambientaliste del Lido (VE), Rete Comitati Alto Vicentino, Rete Polesana Comitati per la Difesa Salute e Ambiente, Comitato Lasciateci Respirare Padova, Comitato 3e32 (L’Aquila), Comitati Radicati al Territorio (Abruzzo),  Comité Contre l’Aéroport de Notre Dame Des Landes (Nantes-Francia), Assemblea Permanente No Inceneritori (Parma), Altrove – Rete di comitati e di associazioni per un Altro Veneto

ASSOCIAZIONI, ORGANIZZAZIONI E MOVIMENTI:

Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua, Associazione A Sud, Associazione Ya Basta, Casa dei Beni Comuni (Treviso), Coordinamento Nord Sud del mondo Milano, Pax Christi (Venezia-Mestre), Forum Ambientalista, WWF Venezia e Miranese, WWF Veneto, Teatro Pinellli (Messina), Legambiente Venezia, Centri Sociali Marche, Ambasciata dei diritti Marche, Archeotower Occupata (Taranto), Sea Shepherd Conservation Society, S.a.L.E. Docks (VE), Laboratorio Occupato Morion (VE), CSO Rivolta, CSO Pedro (PD), CSO Bruno (Tn)ADL (Associazione Difesa Lavoratori), CSA Arcadia, CS Bocciodromo (VI), ZTL (TV), Casa delle Culture (Trieste), Associazione AmbienteVenezia, ZAM (Milano), Teatro Valle Occupato (Roma), Urbancode, Associazione ComicOut, Teatro dei Cittadini (Catania), MACAO (Milano), Teatro Coppola (Palermo), Ex Asilo Filangeri – La balena (Napoli), Teatro Garibaldi aperto (Palermo), Nuovo Cinema Palazzo (Roma), Cobas Scuola Venezia, Artlab Occupato (Parma), Casa Cantoniera  Autogestita (Parma), Associazione Ecoredia (Gruppi d’Acquisto Solidali di Ivrea e Canavese), Beati i Costruttori di Pace (Padova), Radio Cooperativa (Padova), Medicina Democratica Nazionale, Medicina Democratica -Venezia, Associazione Gabriele Bortolozzo (Ve-Mestre), Comitato per l’ Autonomia Amministrativa di Venezia e Mestre, Arci Veneto, Si Rinnovabili No Nucleare, Venessia.com, Coordinamento Studenti Medi Venezia-Mestre

 

SINGOLI, ARTISTI, GRUPPI MUSICALI E TEATRALI:

Alex Zanotelli, Sandrone Dazieri (scrittore), Zerocalcare (fumettista), Claudio Calia (fumettista), Lello Voce (poeta e scrittore), Roan Johnson (regista), Carlo Virzì (Regista), Fausto Paravidino (drammaturgo, attore e regista), Gianni Stoppelli (attore teatrale), Luca Bassanese ( ), Andrea Segre (regista), Laura Scarpa (fumettista), Nanni Balestrini (poeta, scrittore, artista), Lucio Angelini (scrittore), Cristiano Prakash Dorigo (scrittore), Bert Theis (artista), Francesca D’Este (attrice), Ferruccio Pinotti (giornalista e scrittore), Antonio Mazzeo (giornalista e scrittore), Irene Petris (attrice), Regne Freise (scenografa e pittrice), Milena Cuccurullo (ricercatrice), Ferdinando Mazzitelli (artista), Chiara Bortoli (danzatrice), Roberta Da Soller (attrice), Ilaria Graziano (Collettivo Angelo Mai), Flavio Cogo (storico), Francesco Forni (Collettivo Angelo Mai), Vasco Brondi (Le luci della centrale elettrica), Adriano Argenteri (attore), Beppe Casales (attore), Barbara Giambartolomei (scrittrice), Ulisse Fiolo (musico), Coro F.M. Saraceni degli universitari di Roma, Cesare Basile (cantautore), Anna Amavo (musicista), Michele Bubacco (pittore), Giovanni Dell’Olivo (cantautore), Rossella Biscotti (artista), Rossella Biscotti (artista), Corrado Zunino (Giornalista “La Repubblica”), Gianni Hochkofler (geografo),Diego Ribon (attore sceneggiatore), Mirko Artuso (attore e regista), Fiorenza, Andrea, Elisa, Giovanni, Johanna e Tihana per “AtelierSi-Bologna”, Alessandro Aronadio (regista e sceneggiatore), Nicoletta Grasso (artista), Aldo Aliprandi (artista), Marianna Andrigo (performer), Loredana Cannata (attrice), Graziano Graziani (giornalista), Carlo Natoli (musicista), Alberto Toso Fei (scrittore), Assalti Frontali, ZaLab, TARM – Tre Allegri Ragazzi Morti, Herman Medrano & the GroovyMonkeys, Bestie Rare, Modena City Ramblers, Rio Terà, Piccola Bottega Baltazar,Lo Stato Sociale, Class Action JAZZ 5ET, The gang band, The spineless man, Brunori Sas, The Atom Tanks, GIUFA’, Soul Riot, Espana Circo Este, MOTUS | Enrico Casagrande, Daniela Nicolò, Silvia Calderoni, Arthemigra Satellite, Anagoor| Simone Derai, Marco Menegoni, Kitchen Teatro Indipendente – Vicenza, Adrenalink Crew, Welcome to Marghera, BIG MIKE, PLATFORM Sottobosco, H2O Non Potabile – Compagnia teatrale, Electronic girls, BomChilom Sound, Grimoon, NERODISEPPIA, negozio di produzioni indipendenti di arte, design, artigianato e musica, Blare Out, Teatro Sotterraneo, Andrea Zanoni (Eurodeputato), Oscar Mancini (Presidente regionale Si Rinnovabili No Nucleare), L’Aprisogni (Compagnia di Teatro di Burattini e Figura – TV), Pepino Sasofone e Fedele Ukulele – buskers (Ferrara), Cesare Colonnese (Attore)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui