Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Noale. Casa di riposo, oggi inaugurazione.

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

8

giu

2013

Festa in via De Pol con gli anziani ospiti della struttura “aperta”

NOALE. Con oggi inizia una nuova fase della sanità noalese. Alle 10.30 sarà inaugurata, infatti, la casa di riposo Santa Maria dei Battuti di via De Pol, che va a sostituire quella dell’ospedale. Gli anziani sono già lì da una decina di giorni, mentre i lavori erano iniziati a dicembre 2010.

A vedere questa struttura, costruita da Relaxxi e molto attesa, arriveranno il vescovo di Treviso monsignor Gianfranco Agostino Gardin, il presidente della Regione Luca Zaia e quello del Consiglio del Veneto Clodovaldo Ruffato, l’assessore ai Servizi sociali Remo Sernagiotto. E poi il direttore generale dell’Asl 13 Gino Gumirato, altri esponenti della politica locale, il parroco don Mario Salviato. L’appuntamento vuole essere una festa e tutti i cittadini sono stati invitati. Nata per ospitare 100-120 ospiti, l’immobile è stato studiato per garantire la permanenza migliore agli anziani ed essere a risparmio energetico. La palestra interna potrà essere usata anche dai noalesi; grazie a una “card” riservata agli over 65, in determinati orari della giornata potranno fare attività ginnica o riabilitativa.

Con l’apertura della nuova casa di riposo, resta da capire cosa succederà per le altre strutture ospedaliere; in un recente incontro tra il sindaco Michele Celeghin e Gumirato, si era parlato di spostare alcuni uffici dell’Asl 13 da Mirano e Dolo, laddove ora l’azienda sanitaria paga l’affitto. Un’ipotesi ancora allo studio e su cui si dovrà lavorare nei prossimi mesi. L’obiettivo è stendere un accordo di programma fra le parti, che poi passerà per il Consiglio comunale e per gli stessi organi dell’azienda sanitaria per definire l’uso futuro. Celeghin ha ribadito come il Comune voglia continuare ad avere la disponibilità del padiglione Ferrante, dove da dicembre 2011 ha trasferito degli uffici.

(a.rag.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui