Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

«Par tera e par mar», tre giorni organizzata dal comitato che si batte contro l’ingresso dei «grattacieli del mare» in Laguna. In attesa del corteo da piazzale Roma al Tronchetto

VENEZIA. Dibattiti e concerti per fermare le grandi navi in laguna. «Par tera e par mar, la tre giorni internazionale organizzata dal Comitato «No Grandi navi, laguna bene comune», entra nel vivo. Incontri e conferenze a Sacca Fisola, quartier generale della manifestazione.

Domenica pomeriggio l’atteso raduno delle barche a San Basilio e in canale della Giudecca. Interrogazioni parlamentari per garantire «la libertà di manifestare» ed evitare incidenti come quelli del settembre scorso. Intanto la Gemmo, su indicazione di Pmv, ha deciso, in previsione della manifestazione contro le grandi navi di domenica, di liberare qualsiasi ostacolo dal percorso dei manifestanti, che da piazzale Roma si sposteranno verso il Tronchetto. Ufficialmente la decisione è stata presa per evitare ostacoli ai manifestanti, ma c’era anche il timore che l’attrezzatura potesse venire presa di mira da qualcuno, anche se la manifestazione si annuncia come pacifica. La manifestazione, alla quale hanno aderito già molti comitati e molte associazioni del territorio, dovrebbe partire alla 10 da piazzale Roma, con l’obiettivo di raggiungere l’area del Porto. Nel pomeriggio invece, alle 10, è previsto un corteo di barche con partenza da San Basilio nel canale della Giudecca.

Orsoni: “Manifestazione faccia riflettere”. La manifestazione che sarà promossa a Venezia contro il passaggio in Bacino di San Marco delle grandi navi da crociera «deve essere guardata con grande attenzione e presa per quello che vuole significare». Lo ha detto il sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, parlando a margine del forum economico Italia-Usa in corso al Lido di Venezia. «se si è arrivati ad organizzare un’iniziativa di questo genere – ha spiegato – evidentemente la questione è fortemente sentita a tutti i livelli della popolazione: questo dovrebbe far riflettere chi ha il potere di decidere». Nel promettere che il Comune «farà sentire alta e forte la sua voce in questa vicenda», Orsoni ha detto di non essere preoccupato di eventuali problemi che si possono creare in città «perchè è un tema che abbiamo affrontato tante volte – ha ricordato – e che io stesso ho posto all’attenzione del Governo».

Cliccare qui per vedere Foto e Video

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui