Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Agricoltura, scongiurare le semine OGM

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

9

giu

2013

Abbiamo inviato una lettera aperta al presidente della Regione, Debora Serracchiani e all’assessore all’Agricoltura, Sergio Bolzonello, per sollecitare maggiore chiarezza di comunicazione circa l’illegalità in Regione di semine Ogm e una più intensa sorveglianza sulle possibile semine di mais Mon 810.
Il dissequestro delle sementi di proprietà di Giorgio Fidenato autorizzato dal giudice Piccin rischia infatti di lasciar intendere che ora la loro semina è legale, mentre, come l’assessore ha dichiarato dopo la revoca del regolamento attuativo, nella nostra Regione vige comunque la LR 5/11.
Sarebbe una terribile occasione perduta se ora proprio in Friuli si effettuasse la prima e l’unica semina Ogm in Italia. Infatti è ormai evidente come gli Ogm non suscitino più l’interesse di nessuno che seriamente valuti il sistema agricolo italiano ed europeo:
a) il Senato all’unanimità si è impegnato ad adottare la clausola di salvaguardia “a tutela del modello economico e sociale del settore agroalimentare italiano”, cosa che metterà in sicurezza l’intero territorio nazionale. Analogo percorso è già stato portato a conclusione da 8 paesi europei, tra cui la vicina Austria, la Germania, la Francia e la Polonia;
b) la Monsanto ha pubblicamente dichiarato di abbandonare il mercato europeo degli Ogm giacché riconosce che non vi sono spazi economici.
In questo momento ed ancora per pochi giorni permangono le condizioni che rendono possibile la semina del mais, quindi è ancora un periodo a forte rischio. Auspichiamo la Giunta Regionale non abbia cambiato opinione riguardo al modello agricolo da sostenere e proporre nella nostra Regione (di cui abbiamo letto nel programma elettorale) e di conseguenza sollecitiamo l’intensificazione della sorveglianza sulle semine e contestualmente una chiara definizione normativa e relativa comunicazione a tutti i settori sulla non legalità delle semine Ogm.
Ciò nel breve, mentre rimane la necessità di una riformulazione della politica agricola regionale, tema sul quale saremmo lieti di portare nostre proposte.

Cristina Micheloni per Aiab-Fvg, Isde Wwf e Legambiente

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui