Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

PIANIGA – Le parrocchie di Pianiga vogliono tirarsi fuori dalla mischia politico-elettorale e precisano: non parteggiamo per nessun candidato , svolgiamo solo il nostro compito di pastori delle comunità cristiane. Lo dicono i parroci di Cazzago, Rivale, Mellaredo e Pianiga capoluogo, che erano stati tiranti in ballo dal sindaco Massimo Calzavara, appena riconfermato alla guida del paese. Calzavara aveva detto senza tanti giri di parole che alcune parrocchie avevano fatto il tifo per il candidato grillino Massimo Nacchi. Per evitare di essere trascinati in una querelle di tipo politico i parroci di tutte le frazioni e del capoluogo hanno diramato una dichiarazione congiunta in cui spiegano il senso delle iniziative di informazione e formazione messe in atto dalle parrocchie e dagli organismi diocesani prima delle elezioni.

«Queste iniziative di informazione», spiegano i parroci, «fanno parte di un modo di essere comunità cristiana non più interpretabile secondo schemi che potevano forse valere un tempo. Le comunità cristiane, con i loro parroci, non sono luoghi in cui si organizza il consenso a questo o quel candidato».

Insomma ribadiscono i preti di Pianiga, nessuno di loro avrebbe parteggiato per un candidato specifico, ne fatto campagna elettorale contro.

Alessandro Abbadir

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui