Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

LIDO – Le associazioni hanno presentato un esposto in Procura relativo a via Pividor, a Ca’ Bianca

Esposto delle associazioni ambientaliste contro il cantiere del Piruea di via Pividor a Cà Bianca. Il dossier è stato depositato nei giorni scorsi in Procura e trasmesso anche alla Guardia di Finanza e ai carabinieri del Noe, chiedendo che vengano fatte, dalle autorità competenti, una serie di verifiche.
Nell’esposto, redatto da Federico Antinori che già aveva inviato, in precedenza, una segnalazione con la Lipu, vengono evidenziate alcune criticità relative non tanto alle nuove edificazioni, che hanno avuto il via libera, quanto alla situazione nell’area confinante che dovrà rimanere a fruizione pubblica.

«L’intervento edilizio – spiega Antinori – aveva ricevuto parere favorevole, dopo che La Valutazione di incidenza ambientale aveva indicato una serie di prescrizioni che prevedevano la salvaguardia dell’equilibrio ambientale, così com’era prima, incontaminato, quando non c’era nessuna costruzione. Questo, però, non sta avvenendo».

(L.M.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui