Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Seicentosettantanove chilometri per arrivare, in bicicletta, da Torino a Venezia, costeggiando il Po. Questo il progetto elaborato dal Politecnico di Milano, che ha trovato un convinto appoggio anche da parte del Comune di Venezia, e nei giorni scorsi proprio all’aeroporto “Nicelli” di San Nicolò si è conclusa la sua presentazione. Nel territorio comunale è previsto che il tracciato corra lungo le due lingue di terra di Pellestrina e del Lido, recependo le indicazioni di pianificazione previste all’interno dei due piani particolareggiati approvati dal Comune di Venezia per la ciclabilità nell’isola del Lido (per una lunghezza di 9 chilometri) ed in quella di Pellestrina (per una lunghezza di 6 chilometri circa). Il punto di arrivo, o di partenza, di tutta la ciclovia sarà l’imbarcadero che dal Lido permette ai turisti di arrivare più velocemente a visitare le straordinarie bellezze dell’isola di Venezia centro storico. Il progetto si chiama “Vento” e passa per Milano, sede dell’Expo 2015. Il nostro Comune, nei primi giorni di maggio, ha aderito al progetto insieme ad altre 24 istituzioni (comuni, province e autorità), oltre 2.500 cittadini e 23 associazioni (nazionali e locali) chiedendone la realizzazione. «Un progetto – ha commentato l’assessore alla mobilità Ugo Bergamo – a cui il Comune ha dato un sostegno entusiasta, anche perché si muove nell’ottica di un turismo, sostenibile ed intelligente, che non potrà che portare benefici alla città».

(L.M.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui