Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Venezia. Grandi navi, i comitati a casa

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

12

giu

2013

Dal ministro solo enti e crocieristi. «Da Roma non ci hanno nemmeno risposto»

«No, voi no». Dal ministro delle Infrastrutture domani a Roma per parlare delle grandi navi non ci sarà il Comitato «No Grandi navi». La richiesta di essere ammessi al confronto, a cui sono state invitate le associazioni degli armatori e della croceristica ma non i movimenti, era stata inviata al sindaco Orsoni e ai ministeri dal Comitato NoGrandi Navi-Laguna Bene comune.

«Non hanno avuto neanche la cortesia di risponderci», dice il portavoce Silvio Testa, «parleranno di soluzioni senza di noi».

Una beffa, per coloro che da tempo sollecitano Comune, Porto e Governo a occuparsi dell’emergenza traffico croceristico in laguna. Reduci da tre giorni di manifestazioni contro le Grandi navi in bacino San Marco. Domani a Porta Pia, negli uffici del ministro Lupi, ci saranno le istituzioni e le associazioni delle crociere. Il sindaco Giorgio Orsoni e il presidente della Regione Luca Zaia, il presidente del Porto Paolo Costa, il comitato degli armatori italiani (Confitarma) ed europei (Clia Europe) in rappresentanza delle grandi società da crociera.

«Non vorremmo che si arrivasse a qualche blitz approvando nuovi progetti inutili come il canale Contorta», dice il portavoce Silvio Testa, «ricordiamo che l’unico atto votato dal Consiglio comunale su questo tema è l’articolo 35 del Pat, che dispone l’allontanamento dalla laguna di tutte le navi incompatibili».

Delle proposte sul tappeto da portare a Roma il Consiglio comunale non ha discusso lunedì sera, perché la proposta di Renzo Scarpa (Gruppo Misto) è stata bocciata. «Il Pd si è assunto una grande responsabilità», accusano in un comunicato congiunto Gruppo Misto e Cinquestelle, «e l’altra sera si è visto come questa giunta sia ormai al capolinea, e il sindaco Orsoni non abbia più una maggioranza». Sebastiano Bonzio (Sinistra) appoggia la richiesta dei comitati di essere ammessi all’incontro con il ministro Lupi. «La discussione», dice, «dovrà essere fatta in modo trasparente, aperta alla città». Le proposte sono sul tappeto, e adesso si attendono decisioni. Il decreto Clini Passera non è applicato alla laguna da più di un anno.

(a.v.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui