Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Provincia e Comune di Mira sottoscriveranno, molto probabilmente, il ricorso al Tar che verrà presentato da Cà Farsetti contro la delibera regionale che autorizza il potenziamento di Alles. È stato l’assessore all’Ambiente Gianfranco Bettin a chiedere agli assessori «omologhi» in provincia e a Mira di far «fronte comune» con Venezia nel tentativo di bloccare la delibera regionale. Bettin lo ha fatto l’altra sera presso il centro «Canevon» di Malcontenta, durante l’assemblea pubblica organizzata dalla locale delegazione di zona e dalla Municipalità di Marghera proprio per discutere dei rischi legati alla prospettiva di potenziamento dell’impianto di Alles a Malcontenta. L’invito di Bettin è stato accolto positivamente sia dall’assessore provinciale Paolo Dalla Vecchia che dall’assessore mirese Maria Grazia Sanginiti che verificheranno la fattibilità della proposta. Nell’incontro, cui hanno partecipato anche il presidente della Municipalità, Flavio Dal Corso e il consigliere regionale Bruno Pigozzo (Pd), autore di un’interrogazione su Alles, si è percepito chiaro il «no» alla prospettiva di una trasformazione della zona industriale nella pattumiera d’Italia. «Quello che, come cittadinanza, proviamo si può esprimere in poche parole:

“Abbiamo già dato. Basta!”. Malcontenta, per troppo tempo – commenta il portavoce della delegazione di zona Dario Giglio – è stata terra di discarica e di inquinamento. È ora di smetterla tanto più adesso che siamo prossimi alla chiusura dell’inceneritore Veritas di Fusina».

(g.gim.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui