Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

giovedì in piazza san Giorgio

Dibattito congiunto delle municipalità di Marghera e Chirignago 

CHIRIGNAGO – Quali sono i danni e le ricadute sanitarie sulla popolazione derivanti dal potenziamento dell’impianto di smaltimento rifiuti Alles di Porto Marghera? Già molto si è detto e si è scritto a riguardo, ma, per tenere sempre vivo l’argomento e per rendere partecipe il numero più alto possibile di cittadini, giovedì 20 giugno alle 20.30, nel municipio di Chirignago, in piazza San Giorgio, si riuniranno le commissioni delle Politiche Sociali delle Municipalità di Marghera e Chirignago-Zelarino per discutere dei pericoli derivanti dall’allargamento di Alles spa (Gruppo Mantovani), impianto per il trattamento di fanghi e rifiuti tossico-nocivi pericolosi e inquinanti che potrebbero arrivare anche da fuori regione.

«Parleremo dei danni e delle ricadute sulla popolazione adulta e infantile», spiega Maurizio Enzo, presidente della Municipalità di Chirignago. «Abbiamo deciso di invitare per l’occasione una serie di esperti in materia per fare il quadro della situazione».

Mario Silotto, delegato delle Politiche sociali a Marghera, avverte che

«con il potenziamento di Alles si torna indietro di trent’anni. Dopo tante battaglie combattute contro i veleni di porto Marghera, dopo aver visto tante persone morire per tumore e tanti bambini ammalarsi di asma, dobbiamo dire un no fortissimo a questa decisione della Regione e, se necessario, si potrà anche pensare all’organizzazione di una manifestazione di protesta».

L’appuntamento, dunque, è per giovedì in via Miranese 454. All’incontro parteciperanno: Antonhy Candiello dell’Assemblea Permanente contro il rischio chimico, Antonio Pignatto di Medicina democratica, Andrea Zancanaro, responsabile servizio allergologia dell’ospedale Dell’Angelo, Tommaso Cintolo medico di Medicina generale e alcuni referenti dell’Arpav. (g.cod.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui