Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Mestre, la citta’ degli iper

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

19

giu

2013

SPESA – Il gruppo Interspar dopo il complesso di via Gabriel Bella aprirà anche in via Torino, al posto dell’ex deposito Actv

SBARCA IL COLOSSO – La catena è in mano tedesca. Despar apre due centri commerciali: «Per noi Mestre è strategica» dice l’amministratore delegato Harald Antley. Investiti 35 milioni.

2.500 metri quadri e 46 neoassunti. Investimenti milionari.

Apre anche Despar in zona Auchan. E poi ci sarà un gemello in via Torino

Tra poco in città ci saranno più centri commerciali che battezzati. In attesa che aprano giganti dello shopping come il nuovo Auchan o il Blo di Marghera (con i loro 30mila mq di superficie commerciale), è tempo d’inaugurazione per il Despar superstore di via Bella, nel bel mezzo del parco commerciale sul Terraglio. Un supermercato da 2500 metri quadri e 16 casse. Punto di forza saranno i generi alimentari, ma ci sarà ampio spazio anche per giocattoli, calzature, cartoleria e fai da te. L’apertura del nuovo Interspar di fatto anticipa l’altro colpo in canna del gruppo: la costruzione di un altro punto vendita in via Torino, al posto dell’ex deposito dell’ Actv. Per i due superstore in terra mestrina il gruppo Despar ha investito circa 35 milioni di euro.
Si dirà: ma servono tutti questi supermercati e centri commerciali? E la difesa dei centri storici e dei negozi di prossimità, che tanto preoccupano gli amministratori locali, quanto si sposa con le nuove aperture della grande distribuzione?
Una domanda magari da girare all’assessore Maggioni (Lavori Pubblici e Patrimonio), chiamato a tagliare il nastro del nuovo ipermercato. L’inaugurazione dell’Interpar di via Bella è prevista per domani alle ore 8.30. Oltre a Maggioni, al taglio del nastro prenderà parte anche Moreno Morello, di Striscia la Notizia.
A quanto pare, Despar non si preoccupa della concorrenza, visto che in zona, oltre all’Auchan pigliatutto e agli altri grandi magazzini, è aperto da pochi mesi un ipermercato Coop, diretto concorrente del gruppo. Senza poi dimenticare che a Mestre non mancano altri negozi più o meno grandi della grande distribuzione e che a Marghera ci sono Panorama, Lidl e altri ancora. Una bella ammucchiata.
«Questa apertura è particolarmente importante per noi, perché sancisce il nostro ingresso nel territorio mestrino, che consideriamo strategico» – spiega Harald Antley, amministratore delegato di Aspiag Service, concessionaria del gruppo Despar per il Nordest. «Per questo vogliamo presentarci con un progetto di valore, sia per l’offerta commerciale – ampia e conveniente – e il livello di servizio che esprime, sia per la qualità architettonica del punto vendita».
D’altronde, una struttura nuova che cerchi di ritagliarsi un posto al sole fra i centri commerciali mestrini non può che pensare in maniera innovativa, tanto nell’offerta dei prodotti, quanto nell’architettura del proprio punto vendita. Così ha fatto pure Despar, dando vita ad un superstore “green” a basso consumo energetico (ad esempio, il calore generato dall’impianto frigo è recuperato e utilizzato per la produzione di acqua calda), e puntando forte sulla qualità dei prodotti alimentari, dal pesce fresco rifornito da Porto Viro, alla gastronomia servita e self service, fino al pane fresco disponibile tutto il giorno. L’apertura del nuovo Interspar porta con sé un pacchetto di nuove assunzioni: su 65 dipendenti, 46 sono neoassunti.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui