Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Mettere in sicurezza la viabilità lungo le via Argine Destro e Sinistro Nuovissimo è possibile anche senza la Ztl. A dichiararlo sono gli stessi cittadini. In circa 150 hanno risposto all’iniziativa dell’associazione Movimento Mira2030 e dell’associazione Hilarius nei mesi scorsi. Ieri le due associazioni hanno consegnato nella mani del sindaco di Mira Alvise Maniero i risultati del questionario distribuito ai cittadini coinvolti e i risultati del percorso di confronto e partecipazione avviati nei mesi scorsi soprattutto con i residenti.
«Questionari e sondaggi – spiegano le associazioni Mira 2030 e Hilarius – per individuare soluzioni condivise al fine di rendere più sicure e percorribili, anche a piedi e in bicicletta, gli Argini Destro e Sinistro da Mira Taglio a Porto Menai».
Due strade molto pericolose a Mira, ma non sono le sole, già teatro di pesanti incidenti: il più grave, avvenuto un paio di anni fa, con la morte di un dodicenne che si stava recando a scuola in bicicletta. «Il percorso ha visto distribuire un questionario ai residenti lungo i due argini – hanno spiegato gli organizzatori al sindaco – e tre incontri aperti con la partecipazione attenta di circa un sessantina di persone, per lo più abitanti lungo i due Argini del Novissimo».
Tre le soluzioni prospettate: Ztl con telecamere, sensi unici alternati e semafori intelligenti, ma nessuna delle tre è considerata ottimale. Molte invece le soluzioni più semplici e forse anche economiche da adottare per garantire la sicurezza di ciclisti e automobilisti. Tra questi la manutenzione dei due argini con miglioramenti delle strade ovvero: guard-rail lungo entrambi i percorsi, manutenzione del fondo stradale, rifacimento dell’illuminazione e manutenzione argini, ma anche la manutenzione delle uscite con potatura di siepi e installai zone di specchi e il rifacimento della segnaletica. «Interventi che vanno previsti al più presto – hanno sottolineato i cittadini – qualunque sia la soluzione viaria adottata. Ora ci aspettiamo che il sindaco recepisca i nostri suggerimenti e dia una tempistica degli interventi». Soddisfatto il sindaco Alvise Maniero: «Sono entusiasta dell’iniziativa, che vede i cittadini attivi nelle proposte concrete per la città e spero trovare gli strumenti per dare voce alle loro richieste».

Luisa Giantin

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui