Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

MARGHERA – La riunione delle Commissioni congiunte di Marghera e Chirignago sul caso Alles non fa il pieno di presenze (poco più di una quarantina gli spettatori dei due quartieri) ma conferma l’appoggio pieno delle due importanti realtà cittadine alla risoluzione negativa del consiglio regionale. Alla presenza dei rappresentanti delle due Municipalità e dell’assessore Gianfranco Bettin, la discussione si è soffermata soprattutto sugli ultimi sviluppi del caso Alles e sulle conseguenze dell’eventuale potenziamento dell’impianto che tratta i rifiuti tossici. Al termine, nessuna nuova presa di posizione ufficiale, ma la Municipalità di Chirignago ha sottoscritto quanto già espresso anche con mozioni ufficiali nelle settimane passate dalla IV Commissione di Marghera.

«La mozione», commenta il presidente della IV Commissione di Marghera Antonio De Dea, «del Consiglio regionale è un passo importante ma la cittadinanza e tutta la società civile non devono però abbassare la guardia e, se necessario, mettere in campo tutte le risorse e le manifestazioni di lotta civile e democratica per evitare questa sciagurata decisione».

(ma.to.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui