Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO – L’annuncio dell’imminente presentazione del progetto di Veneto City prevista per la prossima settimana non è passato inosservato in Riviera del Brenta. “Opzione Zero” preannuncia battaglia contro il polo del terziario avanzato previsto tra Dolo e Pianiga.

«Come ci aspettavamo è imminente la presentazione del Pua (Piano urbanistico attuativo) del primo stralcio e dei relativi progetti esecutivi da parte di Veneto City Spa»

spiegano Mattia Donadel, Rebecca Rovoletto e Lisa Causin,

«finalmente si capirà che cosa conterrà quella che noi consideriamo una scatola vuota».

Opzione Zero, che da tempo assieme ad altri comitati, associazioni e cittadini si oppone al progetto, ricorda che è ancora pendente un ricorso al Tar contro l’opera.

«Il primo Pua deve comprendere le infrastrutture esterne a Veneto City, e la realizzazione della nuova fermata della metropolitana di superficie. Tutte opere assoggettabili a Valutazione di impatto ambientale e che richiedono ulteriori pareri degli enti preposti».

(g.pir.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui