Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

I passeggeri a bordo della Zenith

 

Quattro rimorchiatori la stanno portando a Marghera, lo sbarco dei passeggeri è previsto per le 21

VENEZIA, 25 GIU – Una nave da crociera con oltre 2220 persone a bordo, la Zenith, è ferma da stanotte alle 4 a 16 miglia (circa 32 chilometri) al largo della bocca di porto di Chioggia dopo aver subito un principio di incendio alla sala macchine: fuori uso per il momento i motori. Tutti illesi, secondo quanto si è appreso, i 1672 passeggeri (ai quali vanno aggiunti i 600 membri dell’equipaggio) che, per precauzione, sono stati portati sul ponte superiore. Sul posto sono intervenuti la Capitaneria di porto di Venezia e i Carabinieri.

L’incendio è scoppiato per la precisione alle 3.48 e, spiega la Pullmantur in una nota, è stato subito spento. La nave, partita da Ravenna, doveva attraccare stamane nel terminal crocieristico di Venezia. Dopo essere stata ferma in mare, con i tecnici impegnati, senza riuscirvi, a riparare il guasto e a far ripartire i motori, la nave si sta facendo ora trainare da quattro rimorchiatori per essere portata al terminal di Marghera.

Lo sbarco dei passeggeri, che nel frattempo hanno ripreso le normali attività di bordo e hanno pranzato, è previsto per le 21. La nave, in passato di proprietà della Royal Carribean, è stata costruita nel 1992 e nel 2006 ha subito una ristrutturazione che ha riguardato anche le 720 cabine. La nave pesa 47.413 tonellate.

La compagnia si sta attrezzando per riportare i passeggeri, quasi tutti spagnoli, a casa. E ha già confermato, scusandosi per quanto accaduto, che i biglietti del viaggio saranno integralmente rimborsati.

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui