Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Marghera. La Provincia al Tar contro Alles

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

26

giu

2013

Voto unanime in Consiglio contro il revamping dell’impianto che tratta i rifiuti

Come ha già fatto il Comune, ieri anche la Provincia di Venezia ha deciso – con voto unanime dei 32 consiglieri presenti, compresa la presidente Francesca Zaccariotto – di ricorrere al Tribunale amministrativo regionale (Tar) contro l’autorizzazione al potenziamento (revamping) degli impianti di Alles spa di Marghera che trattano fanghi pericolosi provenienti anche da fuori regione, concessa dalla Giunta regione presieduta da Luca Zaia.

«Preso atto della decisione assunta dalla Giunta regionale», recita la mozione approvata da tutti i consiglieri, «di avallare l’ampliamento dell’impianto di trattamento di rifiuti speciali anche pericolosi della società Alles e considerato che tale decisione non ha recepito le osservazioni alla valutazione di impatto ambientale prodotte dalla Provincia di Venezia, il consiglio impegna la presidente Francesca Zaccariotto e la Giunta provinciale a rappresentare alla Regione Veneto la netta contrarietà all’ampliamento della capacità di trattamento dell’impianto della società Alles».

Detto ciò la mozione invita la Giunta provinciale

«a verificare se vi siano gli estremi per il ricorso al Tar contro il provvedimento regionale di approvazione del progetto Alles o in alternativa, a sostenere l’analogo ricorso presentato dal Comune di Venezia».

La mozione, infine, impegna la Giunta presieduta dalla Zaccariotto

«ad attivare ogni possibile iniziativa per evitare tale ampliamento produttivo e la conseguente maggior presenza di materiali tossico nocivi circolanti nella Provincia di Venezia, nel rispetto del principio di prossimità tra luogo di produzione dei rifiuti e luogo di trattamento e smaltimento».

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui