Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Venezia. Crociere, il Porto “marcia” su Roma

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

28

giu

2013

LA POLEMICA – Replica a Orsoni «Marghera non può ricevere i passeggeri»

GRANDI NAVI – Continua il braccio di ferro con il Comune. E oggi si inaugura l’anno portuale

Il Comitato Portuale dà mandato al presidente Costa per presentare al ministero il progetto del canale Contorta

Ormai è un botta e riposta quotidiano. Se uno attacca, l’altro ribatte contrattaccando. Il tema, è quello delle grandi navi, Porto e Comune (Paolo Costa e Giorgio Orsoni) sono ai ferri corti, si sa. L’ultimo atto di questo braccio di ferro su dove mandare le crociere allontanandole da San Marco (in Marittima con lo scavo del canale Contorta secondo il Porto, a Porto Marghera secondo il Comune), si è consumato ieri, quando il Comitato Portuale che ha dato mandato al presidente Paolo Costa di presentare – alla riunione indetta a Roma il prossimo 25 luglio dai Ministeri delle Infrastrutture e dell’Ambiente – il progetto realizzato assieme alla Capitaneria di Porto e al Magistrato alle Acque, che prevede appunto di allontanare le navi di stazza superiore alle 40mila tonnellate dal percorso che dal Lido porta alla Marittima attraverso il Bacino di San Marco e il canale della Giudecca. Il progetto prevede di far giungere le navi in Marittima attraverso la Bocca di porto di Malamocco e quindi via canale Contorta-S.Angelo, che andrà allo scopo adeguato, per consentire il passaggio delle navi in andata e ritorno, senza transitare così davanti a San Marco.
«La Marittima – si legge in una nota dell’Autorità portuale – viene quindi considerata come la sola localizzazione utile, nel medio periodo, per garantire la vitalità del comparto crocieristico ritenuto di assoluta importanza per l’economia portuale, veneziana, regionale e nazionale. Il Comitato ha anche confermato la propria convinzione che le aree di Marghera non possano essere utilizzate per l’attracco delle navi da crociera per non compromettere l’attività, e quindi l’occupazione, del porto commerciale e delle industrie dell’hinterland che da questo dipendono». Posizione rafforzata da Franco Corradi, rappresentante delle aziende industriali terminalistiche in seno al Comitato portuale: «Se la collocazione delle grandi navi nel porto commerciale di Marghera dovesse concretizzarsi – afferma Corradi – è bene che già si sappia che le aziende industriali che servono il traffico delle merci generali e contenitori, saranno costrette alla chiusura con il danno che ne conseguirebbe anche in termini occupazionali». E secondo Umberto Tronchin, rappresentante dei lavoratori in Comitato Portuale «se il Comune pensa di limitare il traffico commerciale a Porto Marghera, noi non siamo assolutamente d’accordo perché esiste una realtà consolidata di imprese e di lavoratori che va assolutamente salvaguardata e garantita.
Una risposta al sindaco Orsoni. Il quale, dopo l’incidente alla nave da crociera Zenith, portata per i soccorsi alla banchina Vecom di Porto Marghera aveva colto lo spunto per dimostrare come, a suo avviso, quella possa essere la destinazione ideale delle grandi navi.
Il Comune sta lavorando su questo progetto, che porterà a Roma il 25 luglio. E a giorni lo renderà noto nei dettagli. Ma, intanto, in questo contesto oggi alle 10.45 si celebra l’apertura dell’anno portuale, con il presidente della Regione, Luca Zaia.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui