Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Salgareda, il sindaco convoca un consiglio straordinario contro il progetto elaborato da Terna

SALGAREDA. L’amministrazione comunale si schiera contro il nuovo progetto dell’Interconnector Italia-Slovenia della società Terna e la conseguente devastazione del suo territorio. Il sindaco Vito Messina ha convocato un consiglio straordinario a cui invita caldamente i cittadini a partecipare per giovedì alle 21 nella in municipio.

«La nuova struttura interessa un’area di vaste proporzioni, oltre 90mila mq», spiega Messina nel documento diffuso, «e avrà un impatto ambientale notevole, per non dire altro. Fra l’altro verrà costruito un fabbricato di circa 160 metri di lunghezza, 100 metri di larghezza e 23 metri di altezza. L’aver permesso o subìto, alcuni decenni fa, una stazione elettrica, non significa nel tempo continuare a saccheggiare e deturpare il nostro territorio a vocazione agricola e gelosamente preservato dalla cementificazione. È stato avviato dalla Terna il procedimento degli espropri, non si può pensare di indennizzare i proprietari dei luoghi senza pensare ai danni irreversibili che subiscono le case e i terreni circostanti e tutta la comunità di Salgareda».

L’amministrazione Messina dà già battaglia.

«I danni ambientali di adesso rimarranno per sempre», continua il sindaco, «Contestiamo, inoltre, la procedura: non si può trasmettere il progetto della realizzazione di una nuova stazione elettrica a cose fatte; rimane ormai una partecipazione alla conferenza dei servizi o esprimere un parere dai dubbi risultati».

Terna intende realizzare un Interconnector Italia-Slovenia in corrente continua di 1000 MW, che va dalla stazione elettrica di Salgareda fino al limite delle acque territoriali. L’intervento consta nella realizzazione in corrente continua di due linee di polo in cavo interrato; di una linea di ritorno metallica costituita da due cavi in media tensione; e di una nuova stazione di conversione alternata/continua nella campagna di Salgareda.

Claudia Stefani

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui