Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

APPELLO ALLA REGIONE

SALZANO – Passa il bilancio dei tagli Ma è lite sui fondi ai nidi

SALZANO – Via libera al bilancio di previsione 2013 a Salzano. Nella seduta di venerdì, il Consiglio comunale ha lasciato invariate le aliquote Imu (4 per mille sulla prima casa, 7,6 sugli altri immobili, 10,6 per le seconde abitazioni sfitte) e Irpef (0.8% con esenzione per i redditi annui inferiori ai 10mila euro), con la “Spending review” che imponeva un taglio di 155mila euro, a fronte di entrate non ancora quantificate nel dettaglio. «Questa è una manovra all’insegna dell’incertezza – commenta l’assessore al Bilancio Elisa Zanin -. Non avendo voluto aumentare la pressione fiscale, l’unica strada da percorrere è stata quella della riduzione di spesa. Abbiamo operato tagli in quasi tutte le voci di bilancio, ma sul Sociale si è cercato di metter mano il meno possibile. La speranza è che i cittadini capiscano». Ma l’opposizione ha votato contro e attacca: «I fondi destinati all’asilo comunale di Salzano sono dieci volte tanto rispetto al nido paritario di Robegano, serve maggior equità – sbotta il centrodestra -. Sono stati toccati vari capitoli di spesa, senza tagliare i contributi per alcune associazioni elettoralmente vicine all’amministrazione».

Voto unanime invece contro il progetto della variante alla strada regionale 515 presentato dal Comune di Noale: il Consiglio chiede un ulteriore tavolo con Regione e Comuni nel tentativo di trovare la tanto agognata soluzione condivisa per sgravare l’elevata mole di traffico da via Mestrina. (g.pip.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui