Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO – Allarmante bollettino Arpav per l’impianto in zona Ponte del Vaso di recente potenziato

«Non più di 4 ore vicino all’antenna»

Il Comune avvisa i residenti. Vescovi: «Impossibile rispettare il divieto, il rione è popoloso»

C’è preoccupazione in zona Ponte del Vaso per l’informativa dell’Arpav relativa all’antenna per la telefonia cellulare installata sotto la Giunta Gaspari e “potenziata” sotto l’attuale Giunta Gottardo. E così, ancora una volta, la maggioranza rischia di entrare in fibrillazione. Il messaggio di Arpav, fatto recapitare dal Comune ai residenti, non sarebbe molto rassicurante. Nell’informativa comunale c’è scritto:

«Si avvisa di prestare molta attenzione alla possibilità di superamento dei valori di attenzione, pertanto il proprietario o l’amministratore condominiale, si devono attivare al fine di adottare idonee misure di sicurezza nel caso in cui sia necessario, in via eccezionale, far permanere delle persone nelle aree citate per tempi superiori alle quattro ore».

Una missiva che ha scatenato l’ira del consigliere di maggioranza Mario Vescovi: «A quasi tre anni e mezzo dall’insediamento dell’amministrazione Gottardo, nonostante le promesse del programma elettorale, ancora nulla si è fatto per lo spostamento dell’antenna di telefonia mobile, posizionata a sorpresa nel parcheggio di via Guardiana dalla precedente amministrazione guidata dal sindaco Antonio Gaspari». E rilancia: «Alla faccia dell’impegno elettorale preso, sullo stesso palo antenna è stato posizionato dalla nuova amministrazione un altro ripetitore». Ciò che preoccupa Vescovi è però la salute dei residenti della zona: «Trattandosi di una zona ad alta residenzialità, non vedo come le persone possano permanere meno di quattro ore a contatto con le onde elettromagnetiche». Ma anche il futuro del quartiere per Vescovi è a rischio: «Nella stessa comunicazione si legge che se nell’area circostante l’impianto dovessero essere costruiti nuovi edifici, si dovrebbe preventivamente valutare la compatibilità con il livello elettromagnetico presente». Rilanciando: «Tutto ciò risulta sconvolgente e di una gravità imbarazzante, pertanto chiedo ufficialmente, in quanto membro della commissione Ambiente, che il Presidente della commissione Giovanni Fattoretto convochi urgentemente un incontro per attuare una revisione del piano antenne per tutelare la salute dei nostri concittadini».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui