Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Dolo, “Antenna, nessun rischio”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

5

lug

2013

PRESCRIZIONI – L’Arpav ha imposto delle prescrizioni per il potenziamento dell’antenna

DOLO – Il Comune nega che ci siano pericoli per la salute dei cittadini della zona di Ponte del Vaso

Gei chiede la convocazione d’urgenza della commissione ambiente

L’antenna telefonica installata in via Guardiana e in fase di potenziamento? Per il Comune di Dolo non ci sarebbe alcun pericolo per la salute, ma alcuni residenti qualche timore avrebbero iniziato ad averlo. Anzi quell’antenna l’hanno sempre guardata con sospetto, fin dalla sua installazione, sotto la Giunta guidata da Antonio Gaspari.
Giorgio Gei ha subito chiesto la convocazione della commissione Ambiente con procedura d’urgenza per martedì 9 luglio, per avere dei chiarimenti in merito alle emissioni dell’antenna su via del Vaso. A gettare acqua sul fuoco è lo stesso comune, che bolla come “falsa” la notizia: «Non è stata fatta recapitare ai residenti alcuna informativa né di Arpav né dell’amministrazione, perché non c’è alcuna situazione d’allarme – affermano in municipio -. L’ufficio Urbanistica ha inoltrato solamente ai proprietari (non residenti nella zona d’interesse) di un edificio ubicato in via del Vaso, la nota Arpav che dava parere favorevole all’installazione di un nuovo impianto radiobase». L’edificio citato dal Comune sarebbe quello dell’ex assessore Mario Vescovi. Dall’amministrazione evidenziano: «Arpav ha espresso parere favorevole all’installazione dell’antenna Telecom. E, solo con riferimento a quello stabile, Arpav ha informato che “potrebbe risultare superato il valore di attenzione, ma non il limite di esposizione”. Così ha raccomandato all’amministrazione di “darne notizia al proprietario-amministratore dell’immobile, al fine che lo stesso adotti idonee misure di sicurezza nel caso in cui sia necessario, in via eccezionale, far permanere persone sul tetto per tempi prolungati (non inferiori a quattro ore giornaliere)». L’amministrazione, comunque, rassicura che i monitoraggi fatti in prossimità dell’impianto, in tre punti di misura differenti, hanno riscontrato valori ampiamente al di sotto del valore di attenzione.
Di certo alcuni residenti della zona farebbero volentieri a meno di quell’antenna: «Fin dal giorno del suo posizionamento l’ho guardata con sospetto e mi sentirei molto più tranquilla se fosse spostata in una zona più isolata».

Gianluigi Dal Corso

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui