Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

SCORZÈ – Rinascita dei centri e riqualificazione urbana, luoghi di cittadinanza e servizi di base a Scorzè capoluogo e nelle quattro frazioni. Inoltre valorizzazione e difesa del territorio agricolo, del verde e mitigazioni ambientali. Queste in linea generale le osservazioni al Piano di assetto territoriale (Pat) protocollate da Pd, Lista Civica e Idv, la minoranza in Consiglio comunale, per fermare il degrado dei centri urbani, riqualificare gli edifici esistenti, risolvere la viabilità e la pedonalizzazione per favorire lo sviluppo di servizi. «Bisogna puntare anche a proteggere le aree verdi e i terreni agricoli» spiegano le forze di opposizione che sarebbero così dell’avviso di preservare dall’edificazione la più ampia zona possibile adiacente alle rive dei fiumi, oltre ad ampliare la rete fognaria. Per la viabilità si chiede poi la realizzazione di una bretella che colleghi direttamente la Crosarona con l’incrocio fra Sr515 e via Milano, inizio della variante alla stessa 515 e i tratti di pista ciclabile mancanti per connettere l’intero territorio comunale. Le osservazioni depositate puntano inoltre a realizzare accordi con i Comuni vicini per l’integrazione di percorsi enogastronomici e turistici, utilizzando l’area della ex base missilistica di Peseggia per servizi culturali, ricreativi e sportivi, oltre a vincolare a parco l’area verde dell’acquedotto in via S. Benedetto.

Renzo Favaretto

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui