Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

CROCIERE – Interrogazione urgente al sindaco per chiedere precise garanzie

La Municipalità lancia l’allarme: «Manca la sicurezza»

La garanzia che non avvenga una collisione. A chiederlo è la Municipalità di Venezia che, con 17 voti favorevoli e 2 contrari, ha approvato l’altra sera un’interrogazione urgente al sindaco Giorgio Orsoni affinché verifichi i dati delle profondità del Canale Giudecca. La riva nord della Giudecca, scrivono i consiglieri, è infatti a rischio collisione con una grande nave. La sicurezza di quest’area e dei cittadini è, secondo la Municipalità, messa continuamente a rischio dal passaggio di grandi navi crociera in laguna. Rischio, si legge nell’interrogazione, dimostrabile con dati alla mano: la Municipalità elenca le batimetrie dell’area, le profondità dei fondali e il pescaggio delle navi.
Da questi dati si evince che

«non è impossibile che una di esse in avaria vada a cozzare contro qualche edifico, senza arenarsi prima, ad esempio contro gli imbarcaderi Actv alla Palanca, come pure nessun sbarramento di fango potrebbe impedire ad una nave, la cui prora sporga per 15/20 metri, di penetrare nel gotico Molino o di incunearsi nell’abitato di Sacca Fisola».

Inoltre, dicono i consiglieri, a volte si scorgono in laguna navi procedere con i propri mezzi, senza l’assistenza dei rimorchiatori, come successo lo scorso primo luglio di fronte Riva Sette Martiri, quando i rimorchiatori avevano già abbandonato una nave della compagnia Msc che salpava dalla Marittima. Per questo motivo il consiglio di Municipalità di Venezia, Murano e Burano chiede al sindaco quali iniziative intenda assumere affinché sia salvaguardata la sicurezza dei cittadini, sia quando vivono nei loro alloggi prospicienti le rive del Canale, sia quando viaggiano nei mezzi pubblici. In attesa che le maxi navi vengano dislocate altrove.

Manuela Lamberti

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui