Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

VEDELAGO – Ha avuto un ruolo chiave nella bocciatura del mega-progetto agro industriale

Sciolto “Barcon Viva”. Il Comitato spontaneo era nato nel maggio del 2011 per tutelare gli interessi della comunità locale contro il “progetto Barcon” previsto in via III Armata dall’accordo di programma presentato dagli imprenditori Colomberotto e Gelain. Dopo l’archiviazione della proposta disposta dalla Regione, sono venuti meno i motivi della sua costituzione per cui il Comitato ha deciso di sciogliersi. Lo ha annunciato il portavoce Valter Innocente, senza nascondere la soddisfazione per la decisione presa della Regione. Niente mega farmer-market, niente mega impianto agro-industriale, niente macello tra i più grandi d’Europa, niente cartiera, niente casello autostradale. Un successo su tutti fronti quello ottenuto dal Comitato che si è battuto con tutte le energie e a più livelli. Per il Comitato il progetto era un intervento speculativo che poco aveva a che spartire con lo sviluppo sostenibile del territorio.

«Al Comitato crediamo venga riconosciuto il merito -si legge in una nota- di essersi contraddistinto per aver agito da subito, coinvolgendo associazioni di categoria, sindacali, ambientaliste, oltre alla Fondazione Villa Emo. Tutti soggetti ai quali va il nostro ringraziamento. Niente manifestazioni di piazza, ma solo iniziative atte a informare la comunità vedelaghese».

Dopo i ringraziamenti agli organi di stampa per il contributo dato alla corretta informazione, il documento si chiude così:

«Da ora nessuno potrà più operare a qualsiasi titolo, per conto del Comitato Spontaneo Barcon Viva».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui