Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

 

Scorzè. Il Pd chiama alla mobilitazione per l’interramento della linea per Volpago

Una mobilitazione contro l’elettrodotto da 380 mila volt che comprenda sindaci, cittadini e comitati. La proposta arriva dal Pd di Scorzè, qualche giorno dopo il voto unanime del Consiglio comunale per dire no al progetto di Terna «Trasversale in Veneto» da Venezia a Volpago del Montello, con un’opera aerea lunga 34 chilometri, di cui 11,2 tra Scorzè (9,5 chilometri) e Martellago (1,7 chilometri), mentre il resto sarà nel Trevigiano.

Scorzè, invece, chiede che l’elettrodotto sia interrato e viaggi lungo le autostrade A27 e A28.

«Abbiamo messo la Regione davanti alle proprie responsabilità», dice il consigliere del Pd Giuliano Zugno, «e ci sono quattro cose da fare. Intanto a Palazzo Balbi va chiesto che ci sia lo spostamento nella sede originaria e perché la protezione della salute e lo sfregio del territorio sono valsi per Venezia Nord-Cordignano e non valgono per Venezia Nord-Volpago. E poi perché la Regione tace e non sostiene l’ipotesi interramento?».

Insomma, tanti interrogativi che il partito di minoranza di Scorzè mette sul tavolo e chiede una presa di coscienza da parte di tutti.

«Accanto alla pressione politica e istituzionale», continua Valerio Ferro, «si deve mettere in atto un’iniziativa di opposizione da Volpago a Martellago e capace di rendere visibile la netta contrarietà del progetto di Terna. È arrivato il momento di mobilitare tutte le energie».

Alessandro Ragazzo

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui