Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

CONFERENZA SERVIZI

Nessun colpo di scena nella sede di Veneto Strade. Chi si attendeva un finale a effetto in extremis ieri mattina è rimasto deluso. In scena, infatti, è andata ancora una volta la contrapposizione tra il Comune di Salzano e quello di Noale sul by-pass di via Mestrina. In conferenza dei servizi gli Enti preposti hanno discusso della possibilità di costruire una piccola bretella che parte dalla rotonda di via Mestrina per arrivare a via Cornarotta. L’amministrazione della città dei Tempesta è infatti convinta che questa sia la soluzione principe per migliorare sicurezza, salubrità e vivibilità dei residenti di via Mestrina, alle prese con un continuo traffico di mezzi pesanti. Salzano, invece, forte di una delibera approvata all’unanimità dal Consiglio comnale, ieri si è opposto alla proposta, ora per forza di cose congelata. «Veneto Strade ha dichiarato che non ci sono altre soluzioni al di fuori della realizzazione della bretella – dichiara l’assessore alla Viabilità di Noale, Luciano Gobbato – Con questo ennesimo «no» Salzano, unico tra nove Enti a votare contro, si assume una grossa responsabilità nei confronti dei cittadini. La sua – conclude – è una presa di posizione solo politica». Opposta l’opinione del sindaco di Salzano Alessandro Quaresimin: «Si sposterebbe il problema di qualche centinaio di metri senza risolverlo – spiega – Nemmeno per i residenti di via Mestrina a Noale la situazione cambierebbe di molto in fatto di traffico pesante. Noi – conclude – chiediamo un tavolo di concertazione in cui individuare soluzioni che non penalizzino il nostro territorio». Alle concertazioni, però, il primo cittadino di Noale Michele Celeghin non crede: «Il più delle volte sfumano nel nulla – sottolinea – Vista l’imminente apertura del casello del Passante a Martellago chiederò a prefetto e altre sedi istituzionali di tutelare la sicurezza dei cittadini dell’intera area». (g.vat.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui