Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

FIESSO – Prosegue la mobilitazione dei cittadini e del comitato “Salviamo l’ambiente in cui viviamo” contro la costruzione della pista ciclabile in via Piove lungo la strada provinciale Sp 12. Venerdì mattina Orlando Masiero, in rappresentanza del comitato fiessese, e Massimo Rossi hanno protocollato in municipio una lettera nella quale chiedono al sindaco Andrea Martellato di intervenire per fermare i lavori. I cittadini sostengono l’inutilità dell’opera e protestano per il previsto abbattimento di 31 tigli.

«Riteniamo che i lavori vadano contro i dispositivi dell’articolo 9 della Costituzione per la tutela del paesaggio» spiegano Masiero e Rossi, «contro le recenti modifiche del Piano territoriale della Regione per la tutela ambientale, contro la salute dei residenti di via Piove che non saranno più protetti dalla barriera naturale dei tigli che neutralizzava l’inquinamento e i rumori».

I cittadini sostengono che i lavori potevano essere fatti diversamente e con costi inferiori.

«Bastava una condotta idrica standard, essendo l’area di Città della Moda dotata di un suo piano idrico» concludono, «oltre che prevedere una maggior manutenzione delle condotte esistenti».

L’opera, a cura della Provincia, riguarda un tratto di 340 metri per un importo di 700 mila euro e, oltre alla ciclabile, vedrà la sistemazione dei marciapiedi, dell’illuminazione e la posa di nuove tubature idriche. (g.pir.)

 

  1. 1 Comment

    • Michela says:

      Ciao mi chiamo Michela abito in via piove e sono contraria all’abbattimento dei tigli ma purtroppo il disastro lo hanno già fatto. Quei meravigliosi e utili alberi davanti alla mia casa sono stati tagliati ed io sono furiosa, temo per la mia salute e quella della mia famiglia, ma non credo riusciranno a fermare lo scempio. Se hanno deciso lo faranno lo stesso. mi dispiace tanto……..

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui