Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

APPELLO ALLA REGIONE

MEOLO – La protesta per il nuovo orario dei treni corre lungo tutti i Comuni del Veneto Orientale attraversati dalla linea ferroviaria Venezia-Trieste. C’è il rischio che vengano soppressi i treni al mattino presto e in tarda serata, penalizzando molti pendolari. Così il sindaco Basso, che spesso ha segnalato alle autorità regionali carenze e disfunzioni del servizio ferroviario lamentate dai suoi concittadini, e l’assessore sandonatese ai trasporti Francesca Zottis hanno deciso di appellarsi alla Regione insieme ai Comuni di Fossalta, Musile, Ceggia, San Stino e Portogruaro, in accordo con Quarto, Marcon e Roncade che già l’avevano fatto. «Chiediamo un’audizione alla seconda commissione regionale trasporti per un confronto sulle esigenze delle comunità locali, per rispondere alle necessità dei pendolari» spiega il sindaco Basso. «L’obiettivo è formulare una proposta chiara e condivisa con tutto il territorio, che consideri le problematiche di studenti, lavoratori e potenziali turisti» precisa l’assessore Zottis. Domani, lunedì 29, il problema del nuovo orario ferroviario sarà discusso nella conferenza dei sindaci del Veneto Orientale e mercoledì 31 con la Provincia. (E. Fur.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui