Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

LA PETIZIONE – Il Comune ha ceduto un’area verde a un privato. Ora si costruirà un ristorante

Raccolte in una settimana dal “Comitato per il parco”: «L’area deve rimanere senza costruzioni»

TUTELA del territorio e dell’ambiente e su questi punti che si chiede lo stop

A salvare dalla cementificazione il parco della collina del castello potrebbero essere proprio i coneglianesi. Il Comitato per il parco ha lanciato una raccolta firme per chiedere che «che quell’area rimanga verde, attrezzata a parco, libera dal cemento e da qualsiasi costruzione». In una settimana sono già stata raccolte circa 400 firme.

«Il Comune, avendo perso una causa nei confronti di un cittadino – spiega il Comitato nella petizione – deve pagargli un risarcimento di 2.500.000 euro circa. Siccome non li ha, ha contrattato di concedere la possibilità di costruire su alcuni terreni tra i quali uno di particolare valore ambientale e storico situato alla base delle mura del Castello, adiacente ad un’area ad elevato rischio idrogeologico, la cui stabilità geologica è considerata mediocre e a rischio di fenomeni franosi, e che si trova a circa cento metri da un altro cedimento di terreno in atto».

Il privato ha adesso la possibilità di costruire un ristorante di circa 240 metri quadri dall’aspetto di una piccola fortezza. Le varianti al Prg sono già state approvate in consiglio comunale.

«La rocca del castello, dipinta nei minimi particolari dal Cima – sottolinea il Comitato -, rappresenta l’identità stessa di Conegliano, ha un valore affettivo particolare per tutti i coneglianesi e per tutti coloro che l’hanno visitata e apprezzata in Italia e nel mondo. L’identità non è in vendita, il diritto di un solo cittadino non può andare contro quello di una intera comunità».

Il gruppo è al lavoro anche per predisporre le osservazioni alle varianti del Prg che andranno presentate entro il 17 agosto. L’appello del Comitato è che «anche tramite le osservazioni, i cittadini facciano sentire la propria voce. Non necessariamente devono essere osservazioni ‘tecniche».

Intanto domani, domenica 4 agosto alle ore 13.30 su Radio Radicale, la rubrica «Fatto in Italia» condotta da Oliviero Toscani e Nicolas Ballario si occuperà del caso Paccagnella. Il programma dura una mezz’ora ed è tutta dedicata al caso in questione. Interverranno in diretta Alessandro Bortoluzzi, in rappresentanza del Comitato per il parco del castello, ed il sindaco Floriano Zambon.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui