Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

ATTACCO – Il Movimento 5 Stelle di Spinea torna a scagliarsi contro Cav per il tanto decantato “Passante Verde”

«Il Passante c’è, del verde promesso invece non c’è traccia». Il Movimento 5 Stelle di Spinea torna a scagliarsi contro Cav per il tanto decantato “Passante Verde” che, nell’intenzione dei progettisti dell’opera, doveva fungere da barriera naturale per mitigare gli impatti dell’inquinamento atmosferico e acustico. Il motivo è semplice: a più di quattro anni di distanza dall’apertura del Passante (8 febbraio 2009) gli alberi, piantumati per la terza volta sopra e lungo la galleria della Fossa, sono morti o stanno morendo.
Dopo una prima piantumazione effettuata nel 2009 e una seconda nella primavera del 2011, già a novembre dello stesso anno si dovette procedere alla sostituzione di molte piante morte nel corso dell’estate. Fino all’ennesima moria degli ultimi giorni.

«Quegli alberi, per svolgere la loro funzione, dovrebbero diventare sani e grandi – attacca in un comunicato il M5S – ma è evidente che, se per la seconda volta a distanza di due anni dalla piantumazione sono morti o stanno morendo, c’è qualcosa che non va. Ormai l’inquinamento atmosferico e acustico ha raggiunto livelli elevatissimi. Ci compiaciamo dell’approvazione in Conferenza dei Servizi degli interventi per le migliorie alla viabilità, ma attendiamo di vedere soluzioni concrete per la salvaguardia della salute dei residenti».

Ora ci si interroga sui motivi del flop: «Forse è la qualità del terreno utilizzato a non essere adatta o forse scarseggia la manutenzione necessaria per consentire ai giovani alberi di attecchire – proseguono gli attivisti del movimento – Noi non abbiamo le risposte, ma quel che resta è il paesaggio desolante dei filari di piante rinsecchite ed arse dal sole».

Sulla questione è intervenuto anche l’assessore ai Lavori pubblici Gianpier Chinellato. «La realizzazione e la manutenzione del “Passante Verde” è a carico di Cav, non del Comune – spiega l’assessore – Come amministrazione, abbiamo segnalato più volte la situazione e continueremo a sollecitare chi di competenza».

Damiano Corò

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui