Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

LAGUNA & PORTUALITÀ – Il parlamentare della Lega al ministro Lupi

Prataviera chiede un interesse per il progetto De Piccoli

«Progetto De Piccoli: l’amministrazione di Cavallino-Treporti va resa partecipe». Parole dell’onorevole Emanuele Prataviera che nei giorni scorsi, appoggiando la richiesta del consigliere comunale della Lega Nord, Francesco Chiaranda, ha presentato un’interpellanza al Ministro Maurizio Lupi sul progetto che prevede la realizzazione di un terminal per le grandi navi a ridosso di Punta Sabbioni, allontanando così le navi da crociera da Venezia. Una questione «spinosa» e sulla quale il Comune litoraneo non è mai stato coinvolto, come tra l’altro ha scritto anche il sindaco Claudio Orazio in una sua recente lettera inviata a tutte le autorità competenti, come il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. «Su tutto questo progetto non è stato mai coinvolto il territorio ed in particolare il Comune, né i cittadini e tanto meno le istituzioni – scrive Prataviera – anche la lettera del sindaco Orazio è rimasta inascoltata. Con questa interpellanza chiedo se il Ministro intende adottare le opportune iniziative affinché siano coinvolti nel dibattito, anche se solo a titolo di studio, tutti i soggetti interessati per territorio, ed in particolare il Comune di Cavallino-Treporti e se non ritenga opportuno informare le Commissioni ambiente, territorio e lavori pubblici e trasporti in merito al progetto cosiddetto De Piccoli». Ad intervenire è anche il consigliere Francesco Chiaranda: «A questo punto sarebbe bene che tutte le forze politiche si rivolgessero ai propri rappresentanti a Roma, come ha fatto il sottoscritto, per cercare di far luce sul progetto affinché se ne possa poi discutere con cognizione di causa in Consiglio Comunale e produrre un documento da inviare a Roma anche se per ora non richiesto».

Giuseppe Babbo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui