Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

MARTELLAGO – Nuovo contenzioso tra Comune e Cav per “l’occupazione” del Passante. La singolare causa tributaria si trascina ormai da un anno e mezzo e ha per oggetto la Tassa di occupazione di spazi e aree pubbliche. Il concessionario del Comune per la sua riscossione, l’Aipa, nel 2011 ha iniziato a esigerla anche dalla Concessioni autostradali venete, gestore del Passante, per i tratti dove esso sovra o sottopassa – e dunque “occupa” – il territorio comunale, come nel caso del sottopasso di via Zigaraga o del viadotto in via Motte.
Per Aipa, Cav s’inquadra come soggetto privato e va esclusa dalle esenzioni previste per Stato, Regioni, Province, Comuni e loro consorzi, di cui Cav invece è convinta di avere diritto riaffermando la sua natura pubblica, in quanto società per azioni ma costituita da Regione e Anas. E così, trattandosi anche di una bella somma, la Cav a più riprese si è appellata contro gli avvisi d’accertamento per gli anni d’imposta 2009 (11mila euro), 2010 (19 mila) e 2011 (10.862), chiamando in causa Aipa e Comune presso la Commissione tributaria provinciale. La quale tuttavia ha respinto i ricorsi, ma il Comune, finora, non ha visto un euro perché Cav non si dà per vinta, ha proposto ricorso in Commissione tributaria regionale e il mese scorso ha presentato un ulteriore ricorso alla Commissione tributaria provinciale contro il nuovo avviso di accertamento emesso da Aipa in maggio per l’anno 2012, per 10.821 euro, notificandolo anche al Comune. Così la Giunta il 29 luglio, forte delle sentenze favorevoli pregresse, ha deliberato di costituirsi di nuovo in giudizio presso la Commissione tributaria provinciale, delegando a rappresentare il Comune la ragioniera capo Annalisa Scroccaro. L’esito del contenzioso è di un certo rilievo: un pronunciamento sfavorevole a Cav costituirebbe un precedente anche per gli altri Comuni attraversati dal Passante per esigere la Tosap.

Nicola De Rossi

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui