Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

FIESSO – «Chiameremo i carabinieri. Bisogna fermarli». Il Comitato “antitagliodeitigli” di via Piove a Fiesso d’Artico è disposto a tutto pur di non vedere tagliare i 14 tigli (11 secondo la ditta incaricata del taglio ndr.) sopravvissuti lungo la strada provinciale per Piove di Sacco.

Massimo Rossi, responsabile del comitato, ieri ha distribuito dei volantini: «Ci è giunta voce che lo scempio avverrà di domenica, quando la nostra guardia al cantiere sarà allentata. Il 5 agosto abbiamo presentato un esposto alla Magistratura e non possono proseguire se prima non c’è una risposta da parte dell’organo di giustizia». (v.com.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui