Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Ambiente, digiuno di don Bizzotto

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

17

ago

2013

 

SCIOPERO DELLA FAME

«Una vera e propria emergenza in un clima di inerzia culturale»

PADOVA – Don Albino Bizzotto, dell’Associazione Beati Costruttori di Pace, ha iniziato ieri «un digiuno a sola acqua, a tempo indeterminato, per l’emergenza ambiente».

«Vorrei sollecitare l’attenzione e l’impegno sia per la situazione disastrata del Veneto (grandi opere, project financing)» spiega «che per superare l’inerzia culturale riguardo al territorio. Non chiedo solidarietà personale, ma questo non significa che io la rifiuti. Ho scelto questo momento per non intralciare le attività di altri comitati».

Durante il digiuno don Bizzotto dice di voler «condurre le consuete attività quotidiane, nei limiti delle sue capacità e forze, permettendo a tutti coloro che lo vorranno di incontrarlo e verificare anche visivamente la serietà dell’impegno preso».

Per questo vivrà in un camper, parcheggiato nel cortile dell’Associazione a Padova.

«Noi abbiamo fatto una legge blocca capannoni qualche anno fa ed equivale a dare una prima risposta» sottolinea il presidente del Veneto Luca Zaia, informato dell’iniziativa di don Bizzotto.

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui