Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

IL COLOSSO SVEDESE

Duemila metri in più per la struttura padovana. Taglio del nastro il 28 agosto

PADOVA — Ci sarà anche l’amministratore delegato di Ikea Lars Petersson il prossimo 28 agosto, all’inaugurazione dell’ampliamento del megastore di Padova Est: 2000 metri quadrati in più distribuiti al piano terra e al primo piano. Lo staff di Ikea è al lavoro freneticamente da giorni ormai per preparare la presentazione di quello che diventerà, come si dice nell’invito all’inaugurazione, «Il negozio Ikea più grande d’Italia».

Ma la casa madre svedese non intende fermarsi qui. Se era girata voce che con l’allargamento di Padova Ikea avrebbe messo nel cassetto l’ipotesi di aprire due nouvi negozi in Veneto, questa teoria è stata decisamente smentita dall’ufficio stampa della muiltinazionale: «Non c’è alcun retromarcia in questo senso, il progetto di realizzare due store, uno a Casale sul Sile (Treviso) e l’altro a Verona sud, area ex Biasi, resta in piedi – fanno sapere – la tempistica è ancora incerta, ma l’amministratore delegato che sarà presente il 28 agosto sarà in grado di dare informazioni precise» dicono. L’investimento programmato a Casale sul Sile è pari a 200 milioni di euro.

Il progetto, inizialmente, era di un negozio di 420mila metri quadrati, ma non è stato concesso. Si pensava a un passo indietro, ma le pressioni di sindacati e la categorie, a fronte dell’occupazione di 1300 persone, tra diretti e indotto hanno fatto riaprire le trattative. Sul fronte ovest, invece, per quanto riguarda l’obiettivo Verona, qualche mese fa i progettisti del colosso svedese del low cost hanno fatto sapere al Comune di aver rivisto un piano inizialmente non condiviso dall’amministrazione. L’obiettivo è di far partire i lavori entro la fine del 2014, in modo da realizzare il progetto entro il 2015. Il posto individuato per l’apertura del negozio l’area ex Biasi, a Verona sud. Al Comune spetta ore il cambio della destinazione dell’area: 40mila metri quadrati per l’ikea, e 70mila per l’annesso centro commerciale.

R.Pol.

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui