Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Riviera. Rispunta l’elettrodotto

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

25

ago

2013

IL CASO – Nove primi cittadini della Riviera chiedono un incontro con Zaia e Orsoni

I sindaci temono che la tratta Dolo-Camin segua i lavori del Vallone Moranzani

«Non è moralmente accettabile che per sbloccare i lavori del Vallone Moranzani, opera storica e giusta per Venezia e i suoi abitanti, si debba passare sopra il territorio della Riviera del Brenta e i suoi abitanti con un elettrodotto aereo da 380kw».

Nove sindaci veneziani e uno padovano firmano una missiva con la quale chiedono al presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, all’assessore all’Ambiente Maurizio Conte, all’assessore ai Lavori Pubblici Massimo Giorgetti, al sindaco di Venezia Giorgio Orsoni e all’assessore veneziano all’Ambiente Gianfranco Bettin un incontro per discutere la questione dell’elettrodotto aereo Dolo-Camin e Vallone Moranzani. Com’è noto le due opere sono collegate e figlie di un medesimo progetto. Se non parte una, non può partire neanche l’altra.
L’elettrodotto aereo Dolo-Camin ha incontrato una decisa opposizione da parte dei sindaci veneziani di Vigonovo, Mira, Dolo, Stra, Fiesso d’Artico, Fossò, Campagna Lupia, Camponogara e di quello padovano di Saonara. Il Consiglio di Stato ha dato loro ragione, facendo però infuriare quanti contavano sulla realizzazione del Vallone Moranzani, un’opera in grado di rigenerare e riqualificare un territorio lagunare assai degradato.

«Il completamento del progetto di riqualificazione denominato “Vallone Moranzani” è strettamente dipendente dalla realizzazione dell’elettrodotto aereo Dolo-Camin da 380kw – scrivono i dieci sindaci – Apprendiamo che rappresentanti della Regione e del Comune di Venezia hanno partecipato ad un incontro tenutosi a Roma con i Ministri allo Sviluppo e all’Ambiente, per discutere della situazione di Vallone Moranzani. Un incontro al quale noi non siamo stati invitati. L’elettrodotto aereo lungo la Riviera del Brenta comporterebbe gravissime conseguenze. È necessario avere su questi temi un confronto sereno e rigoroso. Ribadiamo ancora una volta che siamo favorevoli alla realizzazione di un elettrodotto interrato, esattamente come è stato progettato nel Vallone Moranzani».

La missiva termina con un invito: «Invitiamo pertanto le S.V. nel comune di Vigonovo per visitarlo e per darci la possibilità di illustrare le conseguenze che la realizzazione di un elettrodotto aereo avrebbe sul territorio della Riviera del Brenta».

Vittorino Compagno

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui