Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

QUARTO D’ALTINO – Domani il sindaco di Quarto, Silvia Conte, assieme ai sindaci dei Comuni attraversati dalla linea ferroviaria Venezia-Trieste, incontrerà l’assessore regionale ai Trasporti, Renato Chisso e i responsabili di Trenitalia e di Rete Ferrioviarie Italiane.

«Dobbiamo affrontare concretamente le nostre proposte di miglioramento dell’orario cadenzato» afferma Conte «per dare finalmente un servizio di trasporto pubblico efficiente a pendolari, studenti, turisti».

Durante la presentazione del nuovo orario che entrerà in vigore a dicembre, nel luglio scorso, è emersa la richiesta di un confronto con la Regione, Trenitalia e Rfi, per discutere la propria proposta e alcune lacune che secondo i sindaci l’orario non colma.

Il nuovo modello aumenta i servizi del 23 per cento, i posti del 30 per cento, il numero di fermate del 18 per cento. Conte e Follini però, hanno fatto notare che rimane scoperta la fascia del mattino, quella tra le 10 e le 12, che ci sono pochi treni notturni, che non tutti i convogli, un problema evidenziato da più parti, arrivano fino a Venezia Santa Lucia e da qui tornano indietro. (m.a.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui