Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

VIGONOVO – Sulla questione Terna, Valle Moranzani ed elettrodotto aereo Dolo-Camin interviene il Pd di Vigonovo. «A seguito di ripetuti interventi e dichiarazioni di esponenti del Partito Democratico veneziano sulla questione del progetto di riqualificazione del Vallone Moranzani, il Pd di Vigonovo intende ribadire la propria contrarietà al progetto di elettrodotto aereo Dolo-Camin, opera connessa alla riqualificazione del Vallone Moranzani».

I democratici di Vigonovo criticano la mancanza di «una perentoria richiesta di interramento dell’elettrodotto Dolo-Camin. Pur comprendendo le preoccupazioni per le sorti del progetto di riqualificazione del Vallone Moranzani, riteniamo assai più utile per il compimento dell’opera medesima dimostrare una maggiore sensibilità per le opere infrastrutturali connesse non ricadenti nel territorio veneziano».

Anche perquesto il Partito Democratico di Vigonovo chiede al sindaco Zecchinato, oltre alla già presentata richiesta di demolizione, «di comminare alla società Terna le sanzioni previste per gli illeciti edilizi riguardo le opere già realizzate in funzione dell’elettrodotto, poiché sono state realizzate nonostante sul progetto fosse pendente un ricorso alla magistratura ordinaria».

(v.com.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui