Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

 

PADOVA. Questa sera don Albino Bizzotto, (foto) fondatore dei Beati i costruttori di pace, concluderà, dopo 14 giorni, la sua iniziativa di digiuno a sola acqua come forma estrema di sensibilizzazione e di responsabilizzazione collettiva verso il consumo di territorio e lo spreco ambientale in Veneto. La decisione è stata presa concordemente con il medico, perché nonostante i valori sanguigni siano nella norma e il sacerdote si senta bene, ci sono alcuni segnali che indicano che si è arrivati al limite. L’impegno assunto da don Bizzotto non rimane vano. Il testimone passa nelle mani dei membri di comitati e associazioni sensibili alle questioni ambientali, con i quali sono state strette delle collaborazioni e che continueranno il suo percorso. Solidarietà a don Bizzotto arriva anche dal senatore pd Giorgio Santini, mentre il governatore del Veneto Luca Zaia, che condivide a protesta del sacerdote, critica la senatrice pd Laura Puppato, che digiunerà per 24 ore. «Mi pare una iniziativa strumentale, ho scritto un libro per la difesa del territorio veneto. Ma la Pedemontana è un’opera strategica per il territorio, i cittadini e il sistema produttivo. Anche il Pd e la Puppato il 14 luglio 2010 hanno firmato questo documento. Abbiamo un deficit del 30% di viabilità rispetto all’Ue e ricordo che con la mia battaglia sulla sicurezza stradale e le rotatorie, Treviso è passata da 150 a 60 morti l’anno. Sono ancora troppi», conclude Zaia.

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui