Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

 

Proposta dell’assessore Valentini: creiamo una Fondazione che organizzi eventi culturali

STRA. «Perché non far diventare villa Pisani la sede del Comune di Stra?». A dirlo è Stefano Valentini, assessore alle politiche sociali e giovanili, e alla protezione civile di Stra, che lancia alcune proposte per il rilancio della più grande e importante villa della Riviera del Brenta.

«Villa Pisani e il suo parco, che rappresentano la porta d’ingresso della Riviera del Brenta e del nostro comune, continuano a non essere valorizzati».

L’assessore lancia per questo alcune proposte. «L’ipotesi di creare una Fondazione», prosegue Valentini, «che possa migliorare e organizzare in collaborazione con il Comune di Stra progetti di carattere culturale, di interesse sociale ed eventi come per esempio i matrimoni come fatto a Mira, è senza dubbio valida ed interessante. E perché poi non fare diventare Villa Pisani sede del Comune prevedendo l’alienazione di villa Loredan?».

Altra idea riguarda le maestose scuderie. «Le scuderie, ristrutturate da non molto tempo, potrebbero divenire un museo del territorio, come lo sono altre ville vicine».

Valentini auspica che queste idee e progetti possano concretizzarsi. «Se si concretizzasse qualche progetto», spiega l’assessore, «il Comune di Stra potrebbe acquisire ulteriore rilevanza a livello nazionale e internazionale. Credo che quando si parla di promozione della Riviera per la moda, la calzatura e il turismo non si possa prescindere da quello che è il simbolo più conosciuto». L’assessore spiega come agirebbe. «Va instaurato un dialogo con la Sovrintendenza per capire cosa si può fare per Villa Pisani e il suo parco».

Giacomo Piran

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui