Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

MANIERO – Incontri in villa

CAMPOLONGO MAGGIORE – È iniziata ieri e si concluderà domenica la settimana della cultura contro le mafie. Spi-Cgil di Venezia, Arci e le associazioni Affari Puliti, Auser e Libera hanno promosso proprio a Campolongo Maggiore una settimana di lavoro e di incontri nella villa confiscata a Felice Maniero, il boss della Mala del Brenta. Una ventina i ragazzi provenienti da tutta Italia realizzeranno il “Giardino della Legalità” all’interno della villa di Maniero. Il programma della settimana per i ragazzi prevede alternativamente fasi di lavoro (al mattino) e di formazione (al pomeriggio). Un altro obiettivo significativo è quello di mettere in relazione i ragazzi che partecipano al campo con la cittadinanza attraverso incontri porta a porta di giorno e incontri serali nei circoli ARCI con i ragazzi del posto per raccontare esperienze vissute negli anni in cui in tutta la zona imperversava la “mafia del Brenta”. Oggi alle 16 incontro con il giornalista Maurizio Dianese e alle 21.30 Serata in circolo a Bojon con il video “La mala comunicazione” con Ilenia Benetti (neo laureata con tesi su Felice Maniero). Domani alle 10.30 incontro con Roberto Turetta e Gianfranco Bettin su “Nuove mafie a Nordest”. Visita al Ghetto. La settimana della legalità si conclude domenica 8 settembre con la partita “Un calcio alla mala del Brenta” con la Nazionale Cantanti contro Affari Puliti allo stadio “W.Martire” di Dolo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui