Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

LA POLEMICA – Il presidente Fabio Pavan: «Troppa omertà sull’utilizzo indiscriminato dei pesticidi»

CONEGLIANO – (El.Gir.) Pesticidi nell’orto privato, è scattato l’esposto in Procura. Lo ha presentato Fabio Padovan, residente in via del Poggio e presidente del comitato “Colli Puri, Collalbrigo respira”. Padovan ha fatto eseguire, da un laboratorio indipendente, prelievi ed analisi su ortaggi di proprietà private e, dati alla mani, afferma che «sono stati riscontrati livelli di pericolosissimi principi attivi cancerogeni dei pesticidi usati nell’agricoltura tradizionale sulle vite del Prosecco».

Già nel luglio del 2012 alcuni esponenti del comitato avevano fatto eseguire dei prelievi di terreno e ortaggi nelle loro proprietà e a loro spese.

«Le analisi avevano evidenziato residui di pesticidi – afferma Padovan -. Abbiamo così informato le autorità, avvisandole che avremmo ripetuto gli esami l’anno successivo. Abbiamo dato loro tutto il tempo per porre in essere azioni correttive».

Ed è ciò che hanno fatto. Hanno presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Treviso per «dolo/colpa commissivi affinché la Procura accerti chi è l’artefice materiale del malfatto: l’uso indiscriminato di pesticidi e l’inquinamento con sostanze nocive in proprietà privata. Per comportamenti omissivi. Affinché la Procura accerti se le pubbliche autorità, preposte alla tutela della salute Pubblica , non hanno compiuto il dovere assegnatogli dalle leggi e dalla Costituzione».
Hanno pure inoltrato un’istanza alle autorità pubbliche per la stretta osservanza delle norme di legge e perché si attivino ad impedire il verificarsi di episodi di inquinamento a carico dei cittadini.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui