Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – “Olimpiadi a Venezia? No, grazie”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

12

set

2013

MOVIMENTO CONSUMATORI CONTROCORRENTE

Maroni: sì all’asse nordista. Il sindaco di Roma: evitiamo un derby

VENEZIA – L’ipotesi di una candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024, accarezzata dal premier Enrico Letta, ha suscitato l’immediata levata di scudi di Venezia e Milano, che hanno rivendicato i propri titoli a rappresentare l’Italia nella corsa ai Giochi. In Veneto la candidatura olimpica è caldeggiata in particolare dal governatore Luca Zaia, da Confturismo e da Confindustria ma non tutti sono entusiasti.

Netta contrarietà è espressa dal Movimento Consumatori della città lagunare: «Davvero non ci sono idee migliori per Venezia per i prossimi dieci anni?», si chiede il presidente Lorenzo Miozzi (foto) «non sprechiamo tempo e soldi sulle Olimpiadi, sono proposte che fanno sognare ma servono solo a distogliere l’attenzione da un progetto vero di sviluppo del territorio. Quella delle Olimpiadi è solo una grande occasione per cementificare, accogliere altre migliaia e migliaia di turisti in un periodo già saturo e impegnare risorse pubbliche in manifestazioni che già oggi dimostrano il loro limite, sia per il ritorno economico, sia per l’impatto sulla vita della comunità locale per almeno un decennio. Tutto ciò per poi lasciare opere inutilizzate e che gravano sulle tasche de cittadini». Di tutt’altro tenore le dichiarazioni delle Lega, favorevole, con Roberto Maroni, ad un’asse lombardo-veneto. «Roma si candiderà certamente», fa sapere intanto il sindaco della capitale Ignazio Marino, che invita il governatore veneto a evitare «un conflitto derbystico a sfondo provinciale».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui